La Juventus cade contro la Spal e rimanda lo scudetto

La Juventus cade contro la Spal e rimanda lo scudetto

13 Aprile 2019 14.55
Like me!

La testa era già al ritorno con l'Ajax in programma tra appena tre giorni e in pochi avevano davvero voglia di festeggiare. A Ferrara la Juventus spreca il primo match point scudetto facendosi battere 2-1 dalla Spal al termine di un match segnato dalla prima apparizione in maglia bianconera di due esordienti in Serie A. A fissare il punteggio sono state le reti del solito, implacabile, Moise Kean nella prima frazione di gioco e di Kevin Bonifazi e Sergio Floccari nella ripresa, a capovolgere l'iniziale vantaggio degli uomini di Massimiliano Allegri.

AI BIANCONERI SAREBBE BASTATO UN PUNTO

Alla Juve sarebbe bastato il pari per laurearsi campione d'Italia per la 34esima volta, l'ottava consecutiva, e infrangere un altro record conquistando il titolo con sei giornate di anticipo. Tutto rimandato di una settimana, invece, quando i campioni d'Italia riceveranno all'Allianz Stadium la Fiorentina. Sarebbe stato quanto meno anomalo che a celebrare il tricolore sul campo fossero i giovani Gozzi, Kastanos, Mavididi e Nicolussi Caviglia, in luogo dei vari Ronaldo, Mandžukić, Pjanic e Szczesny, rimasti a Torino a far compagnia ai convalescenti Matuidi, Chiellini, Emre Can e Douglas Costa. Lo scudetto, tuttavia, potrebbe arrivare già domenica 14 aprile se il Napoli non dovesse vincere a Verona contro il Chievo.

LA TESTA GIÀ AL RITORNO CON L'AJAX

Troppo importante l'appuntamento di martedì 16 aprile, quando i bianconeri proveranno a far fruttare l'1-1 dell'andata contro l'Ajax. Inutile disperedere energie per i pochi che avranno chance di calcare il terreno di gioco sul più prestigioso palcoscenico di Champions. Tra loro chi non ha certo tirato indietro la gamba è stato Kean, lesto a mettere lo zampino alla mezz'ora su una conclusione dalla distanza di Cancelo per firmare il gol dell'iniziale vantaggio juventino. Decisamente più opaca la prova di Paulo Dybala, che proprio col classe 2000 potrebbe giocarsi la maglia che fu di Mandžukić all'andata.

PREMIATO IL CORAGGIO DELLA SPAL

Positivo, per Allegri, oltre all'esordio dei tre under 23 (sufficienti Gozzi e Mavididi, un po' meno Kastanos) e al nuovo minutaggio concesso a Nicolussi Caviglia, il ritorno in campo dopo quattro mesi di Juan Cuadrado. Elogi, in ogni caso, per la Spal, che una volta trovato il pari con Bonifazi non ha rinunciato ad attaccare accontentandosi di un punto che sarebbe già di per sé stato prezioso per la classifica dei ragazzi di mister Semplici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *