Russia, arrestato un americano con l'accusa di spionaggio

Russia, arrestato un americano con l’accusa di spionaggio

31 Dicembre 2018 11.18
Like me!

Il servizio di sicurezza federale della Russia (l'Fsb, il principale servizio di intelligence) ha arrestato un cittadino americano con l'accusa di essere una spia. Lo riferisce l'agenzia Tass. L'uomo, Paul Whelan è stato fermato il 28 dicembre a Mosca «durante una missione di spionaggio», secondo quanto afferma l'Fsb. Nei confronti dello statunitense è stata avviata un'inchiesta. Se giudicato colpevole, rischia tra i 10 e i 20 anni di carcere.

TENSIONE TRA WASHINGTON E MOSCA SULLE SPIA

Quest'ultimo episodio si inserisce in un periodo molto molto teso tra Mosca e Washington, con accuse reciproche di spionaggio. All'inizio di dicembre la cittadina russa Maria Butina si è dichiarata colpevole di cospirazione contro gli Stati Uniti, alla luce di un processo nel quale i pm americani parlano apertamente di lei come di un agente russo che si è infiltrato nei gruppi politici conservatori.

LA TENSIONE CON LONDRA PER IL CASO SKRIPAL

Mosca ha aperto un conto anche con Londra. In marzo il Regno Unito e diversi paesi occidentali hanno predisposto l'espulsione di 100 diplomatici russi, in risposta all'avvelenamento dell'ex spia russa Sergei Skripal e di sua figlia Yulia a Salisbury.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *