Cosa ha detto Di Maio agli Stati generali dei consulenti del lavoro

Cosa ha detto Di Maio agli Stati generali dei consulenti del lavoro

11 Gennaio 2019 12.46
Like me!

Dopo il premier Giuseppe Conte, anche il ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio è intervenuto agli Stati generali dei consulenti del lavoro. Il leader del M5s ha mostrato grande ottimismo: «Un nuovo boom economico potrebbe rinascere. Negli Anni 60 avemmo le autostrade, ora dobbiamo lavorare alla creazione delle autostrade digitali». Di Maio ha parlato anche della nuova governance dell'Inps, che debutterà con il decreto sul reddito di cittadinanza: «Dobbiamo farla finita con l'uomo solo al comando, nell'Inps serve più pluralismo e bisogna coinvolgere le categorie professionali». Inoltre, assieme alle norme che disciplineranno le pensioni quota 100, il governo si appresta a varare una disposizione «per riportare alla normalità le pensioni dei sindacalisti». Più in generale, secondo il vicepremier, quello che l'esecutivo vuole realizzare per l'Italia «passa da una visione dei prossimi 10 anni». Di Maio ha quindi citato Adriano Olivetti: «"Il lavoro è la più grande sfida del nostro tempo". L'Italia deve essere in prima linea in questa fase di trasformazione, occorre fare del nostro Paese una smart nation».

LEGGI ANCHE: La produzione industriale italiana a novembre 2018 è crollata del 2,6%

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *