Chi è l’uomo che a Natale ha ucciso la moglie e i quattro figli in Francia

Valentina Sammarone
27/12/2023

Il 33enne dal 2017 era noto per atti di violenza domestica e gravi disturbi depressivi e psicotici. Nello stesso anno tentò il suicidio. Due anni dopo era stato segnalato per aver colpito la donna, incinta del terzo figlio. «La pugnalata è partita da sola», disse agli inquirenti.

Chi è l’uomo che a Natale ha ucciso la moglie e i quattro figli in Francia

I cadaveri di cinque persone, madre e quattro figli di età compresa tra i nove mesi e i 10 anni, sono stati ritrovati la sera di Natale in un appartamento di Meux, 60 mila abitanti pochi chilometri a est di Parigi, in Francia. Secondo quanto dichiarato dalla polizia, l’autore della strage, Noé Bafania di 33 anni padre dei bambini e marito della donna, sarebbe stato arrestato a Sevran dopo una fuga di poche ore e aver confessato: «So perché mi state fermando, ho aggredito la mia famiglia».

La storia dell'uomo che a Natale ha ucciso la moglie e i quattro figli in Francia
L’autore della strage in Francia, Noè Bafania

Chi è il 33enne accusato della strage di Natale in Francia

Tra choc e stupore, i vicini non riescono a credere che quell’uomo, originario del sobborgo parigino di Colombes, possa aver compiuto tale gesto nei confronti della sua famiglia. «Lui non lavorava, era lei a mantenere la famiglia. Non riesco a spiegare la sua azione. È uno che vive nella sua bolla, non parlava con nessuno», spiega la vicina, che la sera della vigilia lo aspettava in casa con moglie e figli per festeggiare. L’uomo aveva la fedina penale pulita ma solo perché la donna si era rifiutata di denunciarlo in passato. Dal 2017, infatti, era noto per atti di violenza domestica e gravi disturbi depressivi e psicotici. In quell’anno, minacciò con un coltello la compagna e successivamente venne ricoverato in un ospedale psichiatrico. Nel corso dello stesso anno, tentò anche il suicidio. Due anni più tardi, tornò a colpire a coltellate la donna mentre era incinta del loro terzo figlio. Posto in custodia cautelare, aveva raccontato che lui la amava molto e non intendeva farle del male: «La pugnalata è partita da sola», disse agli inquirenti. Nuovamente ricoverato in un reparto psichiatrico, il caso archiviato per incapacità di intendere e di volere.

La storia dell'uomo che a Natale ha ucciso la moglie e i quattro figli in Francia
Polizia francese sul luogo del delitto (ANSA).

La coppia si conosceva dai tempi del liceo 

Se la sua fedina penale è rimasta sempre pulita è perché la sua partner si è sempre rifiutata di denunciarlo. Nel novembre 2019 aveva «menzionato uno stato depressivo di lunga data del suo compagno che, a suo dire, aveva interrotto le cure da tempo» e aveva affermato di aver ricevuto soltanto «uno schiaffo». La coppia aveva una storia di 14 anni e si conosceva dai tempi del liceo. Cresciuti insieme, la 35enne originaria di Haiti non si era probabilmente resa conto della gravità della situazione. Nel mese di ottobre 2023, i due si sono sposati.

L’uomo rischia l’ergastolo 

Non è ancora chiaro cosa abbia scatenato la sua furia omicida, ha dichiarato il procuratore della Repubblica Jean-Baptiste Bladier in conferenza stampa. L’uomo non è stato ancora interrogato, ma dopo una fuga durata alcune ore, al momento dell’arresto ha ammesso di aver compiuto la strage. In modo lucido, ha dichiarato ai poliziotti che lo hanno fermato nella casa del padre a Sevran di aver aggredito la sua famiglia. Ora rischia 30 anni, ma il suo profilo psichiatrico potrebbe farli ottenere una pena meno severa. Non è la prima volta che in Francia accade una tragedia simile. Solo a novembre un padre di 41 anni ha ucciso le sue tre figlie di età compresa tra i 4 e gli 11 anni ad Alfortville, nella banlieue di Parigi.