Stragi in Pakistan e Afghanistan, 16 morti

Redazione
17/12/2010

Un aereo senza pilota (drone) statunitense ha lanciato il 17 dicembre 2010 alcuni razzi nella Valle di Tirah (Pakistan nord-occidentale)...

Stragi in Pakistan e Afghanistan, 16 morti

Un aereo senza pilota (drone) statunitense ha lanciato il 17 dicembre 2010 alcuni razzi nella Valle di Tirah (Pakistan nord-occidentale) uccidendo almeno dieci militanti, fra cui un comandante. Lo riferisce GeoTv.
Secondo le prime informazioni due missili hanno centrato una base del movimento fondamentalista clandestino Lashkar-e-Islam. La Valle di Tirah si trova nella Khyber Agency, una zona tribale pachistana al confine con l’Afghanistan.
Al bilancio delle vittime in Afghanistan si aggiungono almeno sei persone, tra cui alcune donne e bambini, sono state uccise da un’esplosione durante una processione religiosa sciita nel nord ovest. Lo riferisce la tv Dawn News.
L’attacco è avvenuto a colpi di mortaio lanciati su diverse parti della città di Hangu, nell’omonimo distretto tribale. Secondo quanto riferisce la Geo Tv, sono stati sparati otto colpi da alcune alture della vicina regione di Orakzai, dominata da una forte presenza di talebani.
I razzi sono caduti su diverse case, mercati e strade dove si stava svolgendo la processione per commemorare il giorno dell’Ashura. Una settimana fa, sempre nel distretto di Hangu, 20 persone, tra cui due donne e tre poliziotti erano morte in un attacco kamikaze con autobomba contro un ospedale.