Stupri di Rimini, Boldrini: «Il dibattito è agghiacciante»

Redazione
29/08/2017

«Trovo agghiacciante il livello del dibattito di questi giorni». Laura Boldrini su Repubblica.it reagisce con forza a chi l'accusa di...

Stupri di Rimini, Boldrini: «Il dibattito è agghiacciante»

«Trovo agghiacciante il livello del dibattito di questi giorni». Laura Boldrini su Repubblica.it reagisce con forza a chi l'accusa di essere rimasta in silenzio di fronte agli stupri di Rimini. «Sono polemiche deprecabili, di chi mira solo ad avvelenare il clima. La mia condanna è ovviamente incondizionata. Chi dubita del mio impegno in questo ambito è sicuramente in malafede e con intento strumentale».

L'ACCUSA DI MELONI. La presidente della Camera era stata presa di mira da Giorgia Meloni che su Facebook chiedeva conto del suo silenzio circa gli stupri. Non solo. Qualche giorno fa era stata la volta del segretario di Noi con Salvini di San Giovanni Rotondo (Foggia) Saverio Siorini che sempre sul social, dopo aver condiviso la notizia, commentava: «Ma alla Boldrini e alle donne del Pd, quando dovrà succedere?». Dichiarazioni che gli sono costate l'espulsione dal movimento.

Lo chiedo da donna, da madre e da cittadina: veramente Laura Boldrini, la donna che ricopre il più alto incarico della…

Geplaatst door Giorgia Meloni op dinsdag 29 augustus 2017

Boldrini ha condannato in maniera incondizionata la violenza ai danni di una 26enne polacca e di un suo amico e di una trans peruviana mettendo in chiaro: «Ogni giorno purtroppo abbiamo notizie di violenze, non faccio dichiarazioni di condanna su ogni singolo episodio. Non è il mio lavoro, di professione non commento gli accadimenti del giorno. Faccio una battaglia contro tutte le violenze, in special modo quelle sulle donne». E ha giudicato il commento del mediatore culturale pakistano («Lo stupro? Brutto solo all'inizio») ormai ex dipendente in una cooperativa bolognese «un'affermazione oscena». E ha aggiunto: «Mi è sembrato il minimo rimuoverlo dal suo incarico».

LEADER POLITICI RESPONSABILI. Circa poi i leader politici come Beppe Grillo con il suo sondaggio in Rete «che fareste con la Boldrini in macchina» e Matteo Salvini con la bambola gonfiabile simil Boldrini mostrata sul palco durante una festa della Lega la presidente ha ribadito: «Chi è a capo di un partito politico o di un movimento se apre la strada a tutto questo ne porta anche la responsabilità. Poi non c'è da meravigliarsi che altri seguano».

[mupvideo idp=”5527701821001″ vid=””]