Netflix conferma la terza stagione di Suburra

02 Aprile 2019 11.37
Like me!

Vi siete divorati la seconda stagione – ambientata nei 14 giorni che precedono le elezioni del nuovo sindaco di Roma – e vi sentite orfani di Spadino e Aurelià, del Samurai e di Cinaglia?

Poco male, questa sensazione è passeggera visto che Netflix ha annunciato che sarà realizzata la terza stagione di Suburra, fortunata serie ispirata al libro di Carlo Bonini e Giancarlo De Cataldo e prodotta dopo il film omonimo diretto da Stefano Sollima.

LEGGI ANCHE: Quali sono le tre nuove serie originali in Italia per Netflix

L'annuncio è stato dato da Nertflix Italia su Instagram a commento di una foto di Alessandro Borghi con tanto di rullo di tamburi: «Ok, ora abbiamo la vostra attenzione: Suburra tornerà per una terza stagione».

E quindi su Twitter:

Per evitare qualsiasi spoiler, possiamo solo dire che nella seconda stagione i protagonisti si confermano Aureliano Adami (Alessandro Borghi, reduce dal successo ai David di Donatello per l'interpretazione magistrale di Stefano Cucchi), Alberto Spadino Anacleti (Giacomo Ferrara), Gabriele Lele Marchilli (Eduardo Valdarnini), Samurai (Francesco Acquaroli, ispirato al personaggio di Massimo Carminati), Amedeo Cinaglia (Filippo Nigro) e Sara Monaschi (Claudia Gerini). Oltre a loro, negli intrighi tra Roma e Ostia, appaiono o accrescono la loro influenza la sorella di Aureliano, Livia (Barbara Chichiarelli), Adelaide Anacleti (Paola Sotgiu) e Angelica Sale (Carlotta Antonelli), rispettivamente la madre e la moglie di Spadino. La prima stagione di Suburra costituita da 10 episodi era stata pubblicata da Netflix nell'ottobre 2017. I primi due episodi erano stati presentati in anteprima nel corso della 74esima Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia. A febbraio 2019 invece sono stati pubblicati gli otto episodi della seconda serie. E ora, a poco più di un mese di distanza, l'annuncio della terza parte della saga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *