Crisi economica

Per crisi economica si intende l’insieme delle problematiche che, in ambito finanziario, portano a una situazione di ristagno degli affari, di disoccupazione e di depressione delle attività economiche. Per quanto riguarda il caso specifico della nostra epoca, la formula viene utilizzata con una certa frequenza a partire dal 2008. Quello è l’anno in cui è possibile rintracciare la crisi economica e finanziaria più recente e la più grave dai tempi della grande depressione che colpì gli Stati Uniti e i suoi partner commerciali nel 1929. La crisi del debito pubblico italiano ha raggiunto una delle sue fasi più critiche nell’estate del 2011.

IL FALLIMENTO DELLA LEHMAN BROTHERS DOPO LO SCOPPIO DELLA BOLLA SPECULATIVA

Era il 15 settembre 2008 quando, sempre negli Stati Uniti, la Lehman Brothers, una delle più importanti banche d’affari quotata a Wall Street, dichiarò bancarotta. L’immagine dei dipendenti della banca che abbandonavano di corsa gli uffici con i loro averi chiusi una scatola di cartone divenne l’immagine simbolo dell’inizio ufficiale della crisi. In realtà, però, i segnali premonitori circolavano già da molti mesi. A generare la cosiddetta “Crisi dei mutui sub-prime” fu una precedente impennata del mercato immobiliare, che aveva spinto ad accendere mutui per l’acquisto di una casa anche i cittadini che non avrebbero potuto permettersela. Quando divenne evidente che le banche non riuscivano ad avere indietro il denaro prestato, esplose la bolla speculativa che portò alla crisi mondiale.