Forza Italia

Forza Italia è un partito politico di centro-destra fondato nel 1994 da Silvio Berlusconi. È stato attivo fino al 2009, anno in cui è confluito nel Popolo delle libertà, ed è stato successivamente rifondato nel 2013. In Europa aderisce al Partito popolare europeo.

LA NASCITA DI FORZA ITALIA NEL 1994

Forza Italia è nato ufficialmente il 18 gennaio del 1994 su iniziativa di Silvio Berlusconi, Antonio Martino, Luigi Caligaris, Antonio Tajani e Mario Valducci. Sin dal principio si è caratterizzato come un partito diverso da quelli tradizionali, sia perché profondamente incentrato sulla figura del suo leader Silvio Berlusconi, sia perché al suo interno sono confluiti molti uomini delle aziende Fininvest e Publitalia ’80. Nel corso delle prime elezioni (politiche) alle quali ha partecipato, nel 1994, Forza Italia ha conquistato il 21% dei consensi. L’ottimo risultato elettorale ha spinto il partito a formare un governo insieme alle altre forze politiche di centro-destra. L’esecutivo è però durato soltanto qualche mese a causa del cosiddetto ribaltone, ossia un cambio di maggioranza avvenuto in seguito alla defezione della Lega nord.

FORZA ITALIA NEL 2013

Nel 2009 Forza Italia è confluito insieme ad Alleanza nazionale e ad alcuni partiti più piccoli (il Nuovo Psi, la Democrazia cristiana per le autonomie, i Riformatori liberali, i Popolari liberali e Azione sociale) in una nuova formazione politica: il Popolo della libertà. Il Pdl è stato attivo dal 2009 fino al 2013, anno in cui il suo Consiglio nazionale ha deciso all’unanimità la “sospensione delle attività”. Forza Italia è stato rifondato lo stesso anno.

IL PRESIDENTE SILVIO BERLUSCONI

Sin dalla sua costituzione, l’imprenditore e leader politico Silvio Berlusconi è stato il presidente di Forza Italia. Egli è stato per quattro volte presidente del consiglio, rimanendo in carica, nell’arco dei vari mandati, per oltre nove anni. Nel 2013, dopo quasi 20 anni ininterrotti da parlamentare, il Senato ha votato a favore della sua decadenza dalla carica di senatore a causa della condanna (per frode fiscale con sentenza passata in giudicato) nel processo Mediaset. Berlusconi è tornato candidabile il 12 maggio del 2018.