India

L’India è uno Stato asiatico che confina a Ovest con il Pakistan, a Nord Est con la Cina, il Nepal e il Bhutan, a Est con il Bangladesh e la Birmania e a Sud con l’oceano Indiano. Nonostante la maggior parte dei suoi cittadini soffra ancora per le piaghe della povertà, dell’analfabetismo e della malnutrizione, l’economia indiana ha registrato negli ultimi anni uno straordinario tasso di crescita. L’India è il settimo Stato del mondo per estensione e il secondo, dopo la Cina, per numero di abitanti.

L’INDIPENDENZA DAL REGNO UNITO

L’india è diventata indipendente dal controllo dell’Impero britannico il 15 agosto del 1947, in seguito ad anni di proteste capeggiate dal leader non violento Mohandas Karamchand Gandhi. Dopo la scissione del Pakistan, avvenuta secondo il volere della Lega Musulmana Panindiana, il Paese è diventato nel 1950 una Repubblica parlamentare dotata di Costituzione, diviso in 27 Stati federati e 7 territori.

LA POPOLAZIONE DELL’INDIA

L’India conta all’incirca 1,28 miliardi di abitanti, pari al 17% della popolazione mondiale. Secondo il censimento del 2011, il 79,8% degli indiani professa la religione induista, mentre il 14,23% quella musulmana. All’interno del Paese si parlano 179 lingue diverse, tra le quali la più diffusa è l’hindi.

IL TURISMO IN INDIA

Il turismo in India è un settore in fortissima espansione: secondo il World Travel & Tourism Council, l’industria turistica ha generato nel 2012 il 6,6% del Pil del Paese e dato lavoro a 39,5 milioni di persone, pari al 7,7% degli occupati totali. Tra le mete più gettonate dai turisti ci sono il mausoleo del Taj Mahal nello Stato di Uttar Pradesh, la città di Udaipur, anche conosciuta come la “Venezia d’Oriente” e il tempio d’oro di Harmandir Sahib.

IL CRICKET IN INDIA

In India gli sport più popolari sono quelli di origine britannica, come il cricket, l’hockey su prato, il polo e il tennis. Questi vengono però praticati quasi esclusivamente dalle classi privilegiate e benestanti.