Istat

L’Istituto nazionale di statistica (Istat) è l’ente pubblico di ricerca che in Italia produce i dati statistici ufficiali a livello nazionale e, ogni 10 anni, si occupa dei censimenti generali della popolazione, dei servizi e dell’industria. L’operato dell’istituto è supervisionato dalla Commissione per la garanzia dell’informazione statistica della Presidenza del Consiglio dei ministri, che ha il compito di garantire l’imparzialità e la completezza dei dati raccolti.

LA FONDAZIONE NEL 1926 DA PARTE DI MUSSOLINI

L’Istat fu fondato da Benito Mussolini con il nome di Istituto centrale di statistica (Ics) il 9 luglio 1926, con il compito di sostituire la Divisione di statistica generale del Ministero per l’Agricoltura e aggiornare i dati sui censimenti, fermi al 1921. I dati economici a livello nazionale non vennero più pubblicati a partire dal 1935 per non divulgare gli effetti delle sanzioni economiche imposte all’Italia dalla comunità internazionale dopo l’invasione dell’Etiopia. Quei dati furono divulgati nel 1937, ma due anni dopo l’attività dell’Istituto si interruppe a causa dello scoppio della Seconda guerra mondiale. L’Ics venne ripristinato nel 1945 e nel 1989, con  l’istituzione del Sistema statistico nazionale (Sistan, la rete di soggetti che si occupa di informazione statistica in Italia), assunse il nome di Istituto nazionale di statistica (Istat).

LE FUNZIONI: PRODURRE STATISTICHE E ORGANIZZARE I CENSIMENTI

L’Istat produce le statistiche ufficiali sugli aspetti economici, sociali, territoriali e ambientali dell’Italia allo scopo di informare i cittadini e fornire dati a supporto delle decisioni politiche del governo. Ogni 10 anni, all’Istituto è poi affidato il compito di organizzare un censimento della popolazione, delle famiglie, dell’industria e dei servizi. Solo nel 1996 il censimento dell’industria e dei servizi venne effettuato tra le due scadenze decennali e fu per questo chiamato intermedio. Le rilevazioni di pubblico interesse sono stabilite dal Programma statistico nazionale, il documento che regola l’attività di produzione statistica. L’Istat fa parte del Sistema statistico europeo, che fa capo all’agenzia Eurostat.

GLI ORGANI DELL’ISTAT

Al vertice dell’Istat è posto un Presidente, nominato dal Presidente della Repubblica su proposta del Presidente del Consiglio dei ministri dopo l’approvazione dello stesso Cdm. Ha un mandato di quattro anni che può essere riconfermato una sola volta. Il Presidente è coadiuvato nelle sue funzioni dal Comitato di indirizzo e coordinamento dell’informazione statistica, composto da 15 membri: il Presidente, due rappresentanti del Ministero dell’Economia e delle finanze, quattro rappresentanti da altre amministrazioni statali, nominati dal Presidente del Consiglio su proposta del Presidente dell’Istat, tre membri designati da regioni e amministrazioni locali, un membro designato dal presidente di Unioncamere, due rappresentanti di enti pubblici e due esperti scelti tra i docenti universitari di materie statistiche ed economiche. Il compito di attuare le decisioni del Comitato di indirizzo e coordinamento è affidato al Consiglio, costituito dal Presidente e da altri quattro membri,due nominati dallo stesso Comitato e due dal Presidente del Consiglio. Esiste anche un Collegio dei revisori dei conti, composto da tre membri fissi e due supplenti nominati dal Presidente del Consiglio.