Onu

L’Onu è l’Organizzazione delle Nazioni unite. È un’associazione di Stati intergovernativa a cui aderiscono 193 Paesi in tutto il mondo. La data ufficiale di nascita è il 24 ottobre del 1945. Con la sua istituzione i grandi leader mondiali dell’epoca intendevano raccogliere ciò che restava della Società delle nazioni e riprogettare un organo internazionale che prevenisse l’insorgere di nuovi conflitti. Sul sito ufficiale si legge che il suo principale scopo è portare avanti in tutti i Paesi del mondo una «cooperazione internazionale che miri a risolvere problemi di carattere umanitario, economico, sociale e culturale» e la «promozione e l’incoraggiamento al rispetto dei diritti umani e della libertà senza distinzione di razza, sesso, lingua o religione».

LE TAPPE DELLA NASCITA DELL’ONU

Anche se il 24 ottobre del 1945 è internazionalmente riconosciuta come la giornata di nascita ufficiale, il progetto risale a diversi anni prima. Era infatti il primo gennaio del 1942, in piena seconda guerra mondiale, che il presidente degli Stati Uniti, Franklin Delano Roosevelt, usò per la prima volta la definizione di Nazioni unite. Il primo cittadino americano, insieme al primo ministro inglese Winston Churchill, all’ambasciatore sovietico Maksim Litvinov e al premier cinese Soong Tse-ven quel giorno firmarono a New York un documento poi ribattezzato “Dichiarazione delle Nazioni unite”. Con quel testo le potenze si impregnavano a combattere insieme le forze dell’asse Roma-Tokyo-Berlino. Il giorno successivo apposero la loro firma altre 22 nazioni. Si trattava di Australia, Belgio, Canada, Costa Rica, Cuba, Cecoslovacchia, Repubblica dominicana, El Salvador, Grecia, Guatemala, Haiti, Honduras, India, Lussemburgo, Olanda, Nuova Zelanda, Nicaragua, Norvegia, Panama, Polonia, Sud Africa e Jugoslavia.

GLI ORGANI DELL’ONU

Le Nazioni unite hanno al loro interno sei organi. Si tratta dell’Assemblea generale, del Segretario generale, del Consiglio di amministrazione fiduciaria, del Consiglio economico sociale, della Corte internazionale di giustizia e del Consiglio di sicurezza. Quest’ultimo organo è composto da cinque membri permanenti che hanno diritto di veto (Stati Uniti, Russia, Francia, Gran Bretagna, Cina) e da 10 membri non permanenti.