Ricerche scientifiche

Le ricerche scientifiche sono indagini condotte con il metodo scientifico, cioè basate sulla raccolta dei dati empirici da sottoporre a una analisi rigorosa, che mirano ad ampliare il bagaglio della conoscenza umana. Esse hanno come oggetto qualsiasi campo del sapere e contribuiscono al progresso, alla crescita e allo sviluppo delle società nelle quali vengono effettuate.

LA RICERCA DI BASE E QUELLA APPLICATA

Esistono diversi tipi di ricerca scientifica. Quella di base ha come obiettivo l’avanzamento stesso della conoscenza e non possiede nessun scopo specifico. Quella applicata, invece, sfrutta il bagaglio teorico prodotto dalla prima per concentrarsi su temi più pratici. Il confine tra le due, però, non è sempre ben definito: come criterio per classificare un’indagine scientifica si usa quindi il tempo, cioè la durata dell’intervallo che una ricerca impiega prima di avere un qualche utilizzo pratico.

LE SCOPERTE SCIENTIFICHE PIÙ IMPORTANTI DEL 900

Il XIX secolo è stata un’epoca decisiva per le scoperte scientifiche che vi si sono effettuate. Nel 1916, Albert Einstein pubblicò la sua teoria della relatività generale, rivoluzionando il mondo della fisica. Nel 1928, Alexander Fleming scoprì la penicillina, il primo antibiotico della storia. Mentre nel 1953, James Watson e Francis Crick scoprirono la struttura del DNA, descrivendone in modo completo il meccanismo che porta alla sua duplicazione.