Siria

La Siria è uno Stato del Medio Oriente che confina a Nord con la Turchia, a Est con l’Iraq, a Sud con la Giordania e a Ovest con Israele e il Libano. La forma di governo vigente è una Repubblica Presidenziale, mentre la sua capitale è Damasco.

LA STORIA DELLA SIRIA

La Siria è stata per secoli territorio di conquista di egiziani, babilonesi, persiani, macedoni, seleucidi e romani, che si sono avvicendati al potere fino al VII secolo, quando la regione è passata sotto il dominio degli arabi. Nel 1517 il Paese è stato conquistato dall’Impero ottomano, che ne ha retto le sorti fino alla prima guerra mondiale. Dopo un piccolo periodo di controllo francese, la Siria ha conquistato l’indipendenza il 1º gennaio del 1946.

LA SIRIA DOPO L’INDIPENDENZA

Dopo l’indipendenza, la Siria ha subito un lungo periodo di instabilità politica, durante il quale si sono susseguiti ben 13 colpi di Stato. Il 13 novembre del 1970, il generale Hafiz al-Asad, leader dell’ala nazionalista del partito panarabo Baʿth, ha preso il controllo del Paese, rimanendo al potere fino alla sua morte, avvenuta il 10 giugno del 2000. Subito dopo la sua scomparsa, a prendere in mano le redini del Paese è stato suo figlio, Bashar Hafiz al-Assad.

LE PRIME ELEZIONI MULTIPARTITICHE

Nel 2014, in Siria si sono tenute le prime elezioni presidenziali multipartitiche dopo 50 anni di dominio baathista. Queste sono state vinte da Assad, ma in molti ancora oggi ne contestano la correttezza.