Twitter

Twitter è una società per azioni americana, una delle più grandi della Silicon Valley, il distretto a nord di San Francisco che racchiude le aziende leader mondiali nella tecnologia dell’informazione. La società Twitter gestisce l’omonimo social network di notizie e microblogging (pubblicazione di piccoli contenuti in rete) su cui gli utenti postano messaggi chiamati tweet. L’omonima società che gestisce il social ha sede a San Francisco, negli Stati Uniti. Il suo inventore e presidente è l’informatico Jack Dorsey, detentore di un patrimonio personale di oltre quattro miliardi di dollari. 

L’INVENZIONE DELL’HASHTAG

Twitter fornisce agli utenti una pagina personale, aggiornabile tramite messaggi di testo con lunghezza massima di 280 caratteriQuesti tweet possono essere etichettati con l’uso di uno o più hashtag: parole o combinazioni di parole concatenate e precedute dal simbolo cancelletto (#). Etichettando un messaggio con un hashtag si crea un collegamento ipertestuale a un feed che contiene tutti i messaggi recenti che citano lo stesso hashtag. Twitter è stato il primo social a usare questo meccanismo, poi introdotto anche da Facebook e Instagram.

IL DEBUTTO NEL 2006: UNA VERSIONE ONLINE DEGLI SMS

Twitter è stato creato da Jack Dorsey, Noah Glass, Biz Stone ed Evan Williams, membri della società californiana OdeoOdeo stava per lanciare una piattaforma di creazione e gestione dei podcastanticipata però da Appleche lanciò una nuova versione totalmente rivoluzionata di iTunes a seguito del debutto del primo iPhone. Dorsey ebbe quindi l’idea di creare un sistema per la micro-messaggistica online che sostituisse gli sms telefonici. Il primo nome del progetto fu twttr, nome ispirato al sito di photosharing FlickrIl 21 marzo 2006 alle 21.50 PM Jack Dorsey pubblicò il primo tweet: «just setting up my twttr».

LA SVOLTA: IL FESTIVAL MUSICALE TEXANO

La svolta che diede popolarità a Twitter fu l’edizione 2007 del South by Southwestun festival musicale e cinematografico che si tiene ogni primavera ad Austin, in Texas. All’evento erano presenti due grandi schermi utilizzati esclusivamente per far scorrere i tweet pubblicati dai visitatori. Nei giorni dell’evento l’uso di Twitter triplicò, passando da 20mila a oltre 60mila tweet al giorno.

TWITTER COME FONTE GIORNALISTICA, DA SCALFARO A TRUMP

Twitter iniziò ben presto a diventare una fonte giornalistica primaria, dove vip e protagonisti della vita pubblica twittano le notizie in prima persona, scavalcando o anticipando i media tradizionali. In Italia, il 29 gennaio 2012 Twitter ha per la prima volta battuto una notizia di rilevanza istituzionale con largo anticipo rispetto ai media tradizionali: la morte dell’ex Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro è stata infatti twittata da un professore universitario, Alberto Gambino, suo amico e collaboratore, con un tweet ben 45 minuti prima delle agenzie di stampa. Il Presidente degli Stati Uniti Donald Trumppoi, ha l’abitudine di comunicare con gli americani direttamente dal suo profilo Twitter, senza la mediazione di giornalisti. Il social è stato utilizzato anche come strumento di giornalismo partecipativonel caso del terremoto in Abruzzo del 6 aprile 2009, gli utenti Twitter hanno segnalato la notizia prima dei media tradizionali.

NUMERI: RICAVI PER OLTRE DUE MILIARDI E MEZZO

Nel 2019 nel mondo sono stati contati 261 milioni di utenti iscritti a Twitter, di cui circa il 46% utilizzatori quotidiani della piattaforma. Nel 2018 la società che gestisce il social ha dichiarato introiti per tre miliardi di dollari, costituiti per l’86% da ricavi pubblicitari. Nel primo trimestre del 2019 i ricavi hanno raggiunto quota 679 milioni di dollari, il 18% in più rispetto all’anno precedente.