Tasi, rinvio a settembre per Comuni in ritardo

Tasi, rinvio a settembre per Comuni in ritardo

19 Maggio 2014 19.05
Like me!

Il governo ha deciso che, nei Comuni che entro il 23 maggio non dovessero aver deliberato le aliquote, la scadenza per il pagamento della prima rata della Tasi è prorogata da giugno a settembre.
Lo ha affermato una nota del ministero dell’Economia. Per tutti gli altri Comuni la scadenza per il pagamento della prima rata della Tasi resta il 16 giugno.
INCONTRO COI COMUNI. La decisione è stata presa in serata dal governo dopo un incontro tecnico con i Comuni. Si spera così anche di raffreddare la polemica politica. Alle scorse elezioni era l’Imu a tenere banco nei comizi, ora rischia di esserlo la Tasi.
In aprile il governo ha varato le modalità di applicazione della nuova imposta, ma ad oggi sono in pochi a sapere quanto devono pagare e questo perché solo poco più del 10% dei Comuni ha deliberato su aliquote ed eventuali detrazioni.
INCERTEZZA SOPRATTUTTO SULLE SECONDE CASE. La maggioranza dei contribuenti, in particolare i proprietari di seconde case, vive nell’incertezza, e per questo è stato deciso di prorogare la scadenza dei pagamenti. A giustificare le lentezze dei Comuni sono le elezioni comunali, che riguardano oltre 4 mila Municipi.
«Quei Consigli comunali», ha ricordato il presidente dell’Anci Piero Fassino, «ad aprile erano già sciolti e quindi impossibilitati a deliberare». Anche per questo la legge ha previsto che, in caso di mancata delibera sulle aliquote, i proprietari di prima casa possano pagare tutto entro il 31 dicembre 2014.
TEMPO FINO AL 23 MAGGIO PER LE DELIBERE. I Comuni hanno tempo fino a venerdì 23 maggio per le delibere: troppo poco. Inoltre ogni municipio può decidere le aliquote che vuole e declinare le svariate detrazioni a seconda di come intende calmierare l’imposizione tenendo conto dei diversi profili dei contribuenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *