Taylor Swift è la persona dell’anno 2023 del Time

Redazione
06/12/2023

È una pop star e cantautrice di successo da tempo ma recentemente qualcosa è cambiato: «È diventata la protagonista del mondo. Quante volte hai visto una sua foto mentre scorrevi sul tuo telefono?», ha scritto la rivista.

Taylor Swift è la persona dell’anno 2023 del Time

Taylor Swift è stata nominata Persona dell’anno 2023 dal Time. Lo ha annunciato la rivista il 6 dicembre. «Taylor Swift mi sta raccontando una storia, e quando Taylor Swift ti racconta una storia, tu ascolti, perché sai che sarà bella, non solo perché ha avuto una vita straordinaria, ma perché è una narratrice straordinaria», ha scritto sul suo sito il Time.

LEGGI ANCHE: I finalisti per Persona dell’anno del Time: nella lista anche Putin e Xi Jinping

Taylor Swift nel 2023 è diventata la protagonista del mondo

Tra le motivazioni per cui è stata nominata Persona dell’anno, il Time sottolinea che Swift «come pop star siede in compagnia accanto a Elvis Presley, Michael Jackson e Madonna, come cantautrice, è stata paragonata a Bob Dylan, Paul McCartney e Joni Mitchell. Come donna d’affari, ha costruito un impero del valore, secondo alcune stime, di oltre 1 miliardo di dollari». Ma nel 2023 qualcosa è cambiato: «È diventata la protagonista del mondo. Quante volte hai visto una sua foto mentre scorrevi sul tuo telefono?».

Gli analisti lo chiamano il “Taylor effect”

Per capire perché il 2023 è stato il suo anno, bisogna fare un passo indietro. Nel 2005, quando Taylor Swift aveva solo 15 anni, ha firmato un contratto con la Big Machine Records, la sua prima etichetta discografica, che ha posseduto i master delle sue registrazioni per i primi sei album. Nel 2019, l’etichetta è stata acquisita da Scooter Braun, un manager musicale controverso dal quale molti artisti, tra cui Justin Bieber, si sono allontanati recentemente. Swift ha accusato di Braun di averla bullizzata in passato, e ha sempre espresso il desiderio di registrare nuovamente alcuni dei suoi album di successo, come 1989 e Speak Now, per togliere a Braun i diritti sulle sue canzoni. Per questo, il suo epico The Eras Tour del 2023 è un progetto retrospettivo sulla carriera che racconta le sue “epoche” artistiche. Un tour che quest’anno ha fatto 66 date in tutte le Americhe, ed è destinato a diventare il più grande di tutti i tempi. Gli analisti hanno iniziato a parlare di “effetto Taylor”, quando i politici di Thailandia, Ungheria e Cile le hanno chiesto di suonare nel proprio Paese. Ogni volta che Taylor Swift arriva in un posto nuovo, infatti, si verifica un mini boom economico.