Un fondo da 80 milioni per le telecamere nelle scuole dell’infanzia

Cinque milioni per il 2019 e 15 milioni di euro l'anno dal 2020 al 2024. Erogati direttamente ai Comuni.

07 Agosto 2019 09.27
Like me!

Arriva un fondo di 80 milioni di euro per telecamere nelle scuole dell’infanzia e paritarie. Lo ha previsto il Viminale. In particolare, ci sono 5 milioni per il 2019 e 15 milioni di euro l’anno dal 2020 al 2024. I fondi verranno erogati ai Comuni e copriranno l’installazione degli occhi elettronici e l’acquisto di strumenti per la conservazione delle immagini. «Così difendiamo i bambini e proteggiamo le tante maestre perbene. Altra promessa mantenuta», commenta il ministro dell’Interno Matteo Salvini. Già a giugno 2018 il ministro dell’Interno si diceva a favore delle telecamere nelle scuole: «Da papà farò di tutto perché sia approvato il progetto di legge per avere telecamere negli asili, nelle scuole e nelle case di riposo», diceva il ministro dell’Interno e leader della Lega in un’iniziativa elettorale a Terni. «Per rispetto delle maestre perbene, che sono il 99 per cento, come gli infermieri. Però chi mette le mani addosso a un disabile o a un bambino è una bestia che non può tornare a fare quel lavoro».

L’EMENDAMENTO APPROVATO A MAGGIO DEL 2019

A maggio del 2019 un emendamento bipartisan al decreto sblocca cantieri, firmato da senatori di Lega, M5S, Pd e Forza Italia, ha introdotto l’obbligo di installare telecamere in tutte le aule delle scuole dell’infanzia e in tutte le strutture di assistenza e cura di anziani e disabili. «Telecamere per difendere bimbi, anziani e disabili, altra promessa mantenuta», le parole di Salvini. «L’approvazione bipartisan dell’emendamento a prima firma Lega per le telecamere nelle scuole dell’infanzia e nelle strutture per anziani e persone con disabilità è una bella notizia», secondo l’allora ministro per la Famiglia e le Disabilità, con delega alla tutela minori, Lorenzo Fontana. «Ritengo che si tratti di una misura utile e importante per la tutela dei minori e delle persone più fragili. Ringrazio i senatori, per la sensibilità e lo spirito costruttivo dimostrati. È un bel segnale che su temi così importanti ci sia trasversalità e convergenza dei partiti dei diversi schieramenti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *