Telecom rilancia la tivù al cubo

Redazione
16/12/2010

Telecom Italia ci riprova e, dopo il flop commerciale della prima versione, tira fuori dal cassetto Cubovision, una piattaforma “aperta”...

Telecom rilancia la tivù al cubo

Telecom Italia ci riprova e, dopo il flop commerciale della prima versione, tira fuori dal cassetto Cubovision, una piattaforma “aperta” dove tv, web, contenuti a pagamento e video on demand conviveranno in un unica bacheca digitale costantemente aggiornata. Si tratta di un vero piccolo cubo, un concentrato di tecnologia, che permetterà alla televisione di collegarsi direttamente alla Rete e usufruire di tutti i contenuti disponibili su Internet.
«Non è un decoder», spiega il responsabile domestic market di Telecom, Marco Patuano, «non vogliamo fare concorrenza alla tv, ma spingere sulla banda larga». Cubovision permette anche di organizzare contenuti personali come foto, video e musica e usufruire di servizi informativi. Il cuore del dispositivo è un processore Intel Atom CE4150, poi c’é un hard disk da 250 GByte, è dotato di porta Usb e connettività wi-fi. Viene collegato all’antenna tv e a una qualsiasi linea Adsl e non ha bisogno di configurazioni particolari.
Oltre al cubo che sarà venduto a 199 euro oppure a 5,5 euro al mese per tre anni (l’acquisto di film o serie televisive sarà addebitato direttamente sul conto telefonico), Telecom ha anche progettato un’applicazione scaricabile gratuitamente dal web per accedere agli stessi contenuti anche da un dispositivo mobile.