Tensioni fra Cina, Giappone e Filippine nel Mar Cinese

Redazione
11/12/2023

Pechino e Tokyo si accusano di incursioni marittime nell'arcipelago conteso a Est. Manila ha convocato il loro ambasciatore accusando Pechino di aver utilizzato dei cannoni ad acqua contro le loro navi.

Tensioni fra Cina, Giappone e Filippine nel Mar Cinese

Cresce la tensione fra Cina, Giappone e Filippine sulla contesta territoriale nel Mar Cinese. Nel fine settimana Pechino e Tokyo si sono accusate a vicenda di incursioni marittime dopo uno scontro tra le loro guardie costiere avvenuto nelle acque intorno all’arcipelago delle isole contese nel Mar Cinese Orientale. Mentre le Filippine hanno convocato il loro ambasciatore cinese a Manila accusando la Cina di aver utilizzato dei cannoni ad acqua contro le unità navali filippine.

La Cina rivendica l’arcipelago sotto il controllo giapponese di Senkaku

Nella giornata di domenica 10 dicembre, la guardia costiera cinese ha riferito che un peschereccio e diverse navi da pattuglia del Giappone avevano fatto incursione sabato nelle acque intorno all’arcipelago sotto controllo giapponese di Senkaku, ma rivendicato dalla Cina come Diaoyu, costringendo le autorità cinesi «ad adottare le misure necessarie in conformità con la legge» per mettere in guardia le navi nipponiche. La guardia costiera giapponese, invece, ha riferito sabato che le sue navi da pattuglia hanno allontanato due motovedette cinesi che avevano avvicinato un peschereccio giapponese nelle sue acque territoriali. Episodi simili si erano già verificati a ottobre e a novembre scorsi, seguendo una spirale di tensioni relative al controllo delle acque intorno alla Cina.

Tensioni fra Cina, Giappone e Filippine nel Mar Cinese
L’isola disabitata giapponese di Yonaguni, che si trova vicino all’arcipelago di Senkaku conteso dalla Cina (Getty Images).

Collisione tra navi cinesi e filippine nel Mar Cinese Meridionale

Le tensioni diplomatiche nell’Asia Pacifico hanno coinvolto anche Cina e Filippine, che domenica 10 dicembre si sono scambiate delle accuse per una collisione avvenuta tra le loro navi nelle secche di Scarborough e di Second Thomas, in ​​una parte del Mar Cinese Meridionale rivendicata da entrambi i paesi. Lunedì, le Filippine hanno convocato il loro ambasciatore cinese accusando le guardia costiera cinese di aver usato dei cannoni ad acqua contro le loro unità navali per otto volte, durante due missioni di rifornimento. In risposta a ciò, anche Pechino ha convocato il proprio ambasciatore. Nonostante la sentenza del 2016 della Corte permanente di arbitrato che ha respinto le rivendicazioni territoriali della Cina, Pechino pretende circa il 90 per cento delle acque e delle isole del Mar Cinese Meridionale.

Tensioni fra Cina, Giappone e Filippine nel Mar Cinese
Giornalisti a bordo della Guardia costiera delle Filippine osservano le tensioni tra le navi cinesi e un peschereccio filippino (Getty Images).