Tesla in crisi, rischia di uscire dalle ‘Magnifiche 7’ a Wall Street

Redazione
26/01/2024

Il titolo è crollato del 12 per cento giovedì costando al gruppo 80 miliardi di dollari. La caduta è dovuta alle preoccupazioni degli investitori dopo l'annuncio di Elon Musk di volersi concentrare su un nuovo modello di auto elettrica più economico. Ma le sfide sono molteplici.

Tesla in crisi, rischia di uscire dalle ‘Magnifiche 7’ a Wall Street

Tempi duri per Tesla, che dopo aver collezionato perdite su perdite negli ultimi anni, rischia ora di uscire definitivamente dal gruppo delle cosiddette ‘Magnifiche 7‘ di Wall Street, formato dall’élite delle big tech: Microsoft, Alphabet, Apple, Amazon, Meta e Nvidia. A mettere a rischio Tesla è il crollo del 12 per cento del titolo registrato giovedì, che è costato al gruppo di Elon Musk 80 miliardi di dollari.

A preoccupare gli investitori è il nuovo modello annunciato da Musk, ma anche la concorrenza cinese

Le azioni di Tesla hanno registrato un crollo in seguito alle dichiarazioni del Ceo Elon Musk, che ha previsto un rallentamento della crescita delle vendite per il 2024, annunciando che l’attenzione dell’azienda si sta spostando sulla produzione di un nuovo veicolo elettrico più economico. Questo rallentamento è atteso nonostante i recenti tagli di prezzo, che hanno già impattato negativamente sui margini di profitto della compagnia. Ad aumentare le preoccupazioni degli investitori è anche la crescente concorrenza con la Cina grazie alle aziende di auto elettriche Xpeng e Nio.

Tesla in crisi, rischia di uscire dalle 'Magnifiche 7' a Wall Street
La gigafactory di Tesla a Gruenheide, Germania (Getty Images).

LEGGI ANCHE: Tesla richiama 2 milioni di veicoli: problemi con l’Autopilot

La produzione del nuovo modello è una sfida tecnologica

Il nuovo modello economico anticipato da Musk dovrebbe essere prodotto nella gigafactory in Texas, nella seconda metà del 2025 e si prevede che genererà un nuovo boom nelle consegne. Tuttavia, sottolinea Reuters, l’accelerazione della produzione di questo nuovo modello presenta sfide significative, in quanto implica l’uso di tecnologie all’avanguardia. A seguito di queste notizie, la perdita totale di capitalizzazione di mercato per il mese di gennaio 2024 ha raggiunto circa 210 miliardi di dollari.