Cosa sappiamo su The New Pope di Paolo Sorrentino

Cosa sappiamo su The New Pope di Paolo Sorrentino

08 Gennaio 2019 15.26
Like me!

La Laguna di Venezia trasformata in un gigantesco set cinematografico per The New Pope, seconda stagione di The Young Pope, la prima serie tivù firmata da Paolo Sorrentino e co-prodotta da Sky, Hbo e Canal +. Location blindata, ma atmosfera rilassata per le riprese destinate ad andare in scena fino alla metà di gennaio e programmate in diversi punti del centro storico, da piazza San Marco al Canal Grande, da Campo santi Giovanni e Paolo alle Fondamente Nuove.

JUDE LAW E SILVIO ORLANDO ANCORA SUL SET

Ancora poche e frammentarie, a dire il vero, le informazioni raccolte sui protagonisti della prima stagione, conclusasi con l'interrogativo sul destino di Lenny Belardo, il personaggio interpretato da Jude Law, appeso a un filo tra la vita e la morte. A Venezia l'attore statunitense è tornato a vestire la stola di papa Pio XIII, anche se conoscendo le ambientazioni del regista napoletano questa non sembra essere garanzia sufficiente per la sopravvivenza terrena di Belardo. Al suo fianco, come nei primi 10 episodi, il cardinale Voiello magistralmente interpretato da Silvio Orlando.

MISTERO SUL MALORE DI PAPA PIO XIII

Secondo le prime indiscrezioni circolate insistentemente sulla trama, nel corso di The New Pope il personaggio interpretato da Jude Law verrebbe colto da un malore in piazza San Marco, credendo di vedere in mezzo alla folla i genitori che lo avevano abbandonato da piccolo, e quindi ricoverato e assistito da un'amica. A un ingresso laterale di Palazzo Donà delle Rose sono state girate alcune scene di un «assedio mediatico» a Voiello e al medico curante, in visita al pontefice.

I RUMORS SUL RUOLO DI MALKOVICH E STONE

Secondo i primi rumors, potrebbero far parte della nuova produzione di Sorrentino due icone hollywoodiane, John Malkovich e Sharon Stone, anche se il loro ruolo all'interno della serie resta avvolto dal mistero. Sharon Stone, nel corso di un’intervista a Repubblica, si era lasciata andare ad alcune anticipazioni riguardanti il suo coinvolgimento in un futuro progetto con un regista italiano. Malkovich, invece, dovrebbe vestire i panni del pontefice chiamato a raccogliere l'eredità di Belardo. Ad avvalorare questa ipotesi erano stati i primi frame pubblicati dal Daily Mail che ritraevano il due volte candidato all'Oscar indossare la tunica papale. Indiscrezione confermata dalla prima immagine ufficiale della serie. Pare scontata, invece, la conferma di Stefano Accorsi nei panni del presidente del Consiglio italiano. L'ultima novità riguarda l'arrivo nel cast di Mark Ivanir, visto in passato in Homeland e Transparent

LA MESSA IN ONDA FORSE ENTRO LA FINE DELL'ANNO

La prima parte delle riprese, iniziate nei mesi scorsi, si è svolta a Roma, per una serie che ad oggi prevede un numero indefinito di nuovi episodi e cheVariety ha già definito non «una seconda serie di The Young Pope» quanto piuttosto «una seconda serie ambientata nel mondo del papato moderno». L’ex responsabile dei contenuti originali di Sky Italia Andrea Scrosati aveva a tal proposito dichiarato negli scorsi mesi che il nuovo show «sarà un po’ diverso da quello che ci si aspetterebbe». Difficile dire quando andrà in onda, anche se non è da escludere un esordio a fine 2019 in Italia e nei primi mesi del 2020 negli Stati Uniti su Hbo. la sceneggiatura, oltre che da Sorrentino, sarà firmata da Umberto Contarello e Stefano Bise.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *