Tinder Matchmaker, ora amici e familiari possono consigliare i profili

Fabrizio Grasso
24/10/2023

Inviando un link a 15 utenti scelti, si consentirà loro di accedere all’account e suggerire un appuntamento. In Italia però bisognerà ancora aspettare qualche mese. Intanto arriva il nuovo piano Select, un abbonamento esclusivo per pochi iscritti.

Tinder Matchmaker, ora amici e familiari possono consigliare i profili

Tinder continua ad aggiornarsi ampliando le possibilità di incontri. L’app di dating più celebre al mondo ha infatti lanciato Matchmaker, una nuova funzione che permetterà anche ad amici e familiari di suggerire potenziali partner. Inviando un link a una stretta cerchia di persone, che non dovranno essere necessariamente iscritte sulla piattaforma, si consentirà loro un libero accesso al proprio account al fine di cercare profili affini alle proprie caratteristiche. «Renderemo gli appuntamenti uno sport di squadra», ha scherzato la società in un comunicato ufficiale. Il debutto è previsto in 15 Paesi, tra cui Regno Unito, Usa, Francia e Germania, ma non l’Italia. Nessuna paura però, in quanto Tinder ha confermato che Matchmaker sarà disponibile a livello globale entro pochi mesi dal rilascio.

LEGGI ANCHE: Tinder, l’IA aiuta nella scelta della foto profilo e della biografia

Tinder ha lanciato Matchmaker, funzione che consente ad amici e parenti di consigliare i match dating. In Italia bisogna però aspettare.
L’icona di Tinder su uno smartphone (Getty Images).

Tinder Matchmaker, così amici e parenti diventano Cupido

Secondo un’indagine condotta dalla stessa Tinder, il 75 per cento degli utenti chiede un parere ad amici o parenti per le proprie scelte in amore. La maggior parte di loro ha un’età compresa fra 18 e 25 anni e si avvale di un “consulente esterno” almeno una volta al mese. «Per anni i single hanno cercato un supporto nel trovare il proprio match perfetto», ha spiegato Melissa Hobley, Chief Marketing Officer di Tinder. «Ora lo stiamo rendendo più semplice, aiutando l’utente a vedere la situazione da un altro punto di vista». Con l’intento di coinvolgere una fetta molto ampia di pubblico, Matchmaker non richiederà di essere iscritti alla piattaforma. Un utente infatti potrà inviare un link a 15 contatti, proprietari o meno di un account, in cui vi sarà un invito per entrare sull’app come ospiti per 24 ore.

Tutti gli invitati, promuovendo o scartando un profilo, daranno così vita a una lista che arriverà il giorno seguente in mano all’utente principale. Spetterà a lui, nel pieno rispetto della privacy, l’ultima parola per mettere Like e sperare di ricevere in cambio lo stesso parere positivo. Tinder ha specificato che gli ospiti esterni non potranno in alcun modo contattare nessuno per conto dell’utente che li ha invitati. Inoltre non potranno nemmeno rifiutare potenziali corrispondenze in arrivo dall’esterno. «L’account che gestirà la funzione Matchmaker potrà disattivare o cancellare il link in qualsiasi momento, precludendo così anche l’accesso a tutti», ha precisato Tinder. «Nel menu di impostazioni infatti avrà costante accesso per poter bloccare ogni azione indesiderata».

Non solo Matchmaker, ecco l’abbonamento Select da 500 dollari al mese

A settembre Tinder aveva anche presentato Select, una speciale sottoscrizione riservata a un pubblico molto ristretto. Come riportato da Engadget e Bloomberg, si tratta di un abbonamento esclusivo da 500 dollari al mese oppure 6 mila dollari annui. Consente di accedere a un livello élite della piattaforma con abbinamenti speciali e una nuova funzione di ricerca. Gli iscritti possono inoltre inviare un messaggio anche prima di ottenere un match, sfoggiare un badge personale e ampliare la copertura del proprio profilo. Il piano è però riservato a una piccola fetta di utenti, pari a circa l’1 per cento del totale, scelti per qualità del profilo, livello di interazioni e interessi.