Titolare radio privata ucciso nel ragusano

Redazione
14/12/2010

Una morte misteriosa, quella di Giuseppe Licitra, 44 anni, titolare di radio Centro Vittoria, trovato privo di vita nella sua...

Titolare radio privata ucciso nel ragusano

Una morte misteriosa, quella di Giuseppe Licitra, 44 anni, titolare di radio Centro Vittoria, trovato privo di vita nella sua macchina nel pomeriggio del 14 dicembre. L’uomo è stato ucciso con due colpi di pistola sparati da una distanza di due metri. Un agguato.
Eppure ai medici era sembrato che fosse morto per cause naturali. Il suo corpo esanime è stato trovato nella sua auto posteggiata nei pressi di una cartiera abbandonata in contrada Giardinello, a Vittoria. A notarlo è stato un passante che ha chiamato i carabinieri, credendo che l’uomo avesse avuto un malore.
I soccorritori hanno cercato di rianimarlo e, convinti che fosse ancora in vita, lo hanno portato in ospedale. Da un esame sommario del corpo il medico di turno al pronto soccorso si è convinto che la causa della morte fosse un infarto. Solo quattro ore dopo, durante la ricomposizione della salma, gli addetti delle pompe funebri si sono accorti che sul corpo di Licitra ci fosse un foro sotto l’ascella e un altro al braccio e hanno avvertito subito i carabinieri.
Un esame medico-legale ha poi confermato che si trattava di un delitto. E a questo punto il caso si è complicato per l’assoluta incertezza del movente. Licitra gestiva la radio, una delle prime emittenti private locali, da 20 anni. Era dipendente civile dei vigili urbani, ex gestore di impianti sportivi per conto del comune.
In paese è stato descritto come una persona tranquilla che divideva la sua vita tra il lavoro di centralinista della polizia municipale e la conduzione della radio. Non sono ancora stati trovati elementi in grado di orientare le indagini che stanno prendendo in esame anche la vita privata dell’uomo.