Tiziano Ferro festeggia sette anni di sobrietà: «Accetto ciò che non posso cambiare»

Redazione
09/11/2023

L'artista ha pubblicato su Instagram la foto del medaglione celebrativo ricevuto per non aver più bevuto da quando, nel 2016, ha iniziato il percorso contro l'alcolismo.

Tiziano Ferro festeggia sette anni di sobrietà: «Accetto ciò che non posso cambiare»

Tiziano Ferro ha voluto festeggiare sui social un traguardo personale. Non si tratta di vendite di album o di un nuovo singolo, ma del medaglione celebrativo ricevuto per la sobrietà, che ormai dura da sette anni. Il cantante italiano ha pubblicato su Instagram la foto del riconoscimento e ha scritto: «7 anni dall’ultimo bicchiere e dal primo giorno con la serenità di accettare le cose che non posso cambiare. Semplicemente e onestamente, solo grato». Lo stesso artista ha raccontato la sua dipendenza tempo fa. Nel 2016 Ferro ha detto basta ed è entrato per la prima volta in un centro degli Alcolisti Anonimi, a Londra.

Ferro nel documentario ha parlato dell’alcolismo

Il cantante ha parlato in un documentario del suo problema con l’alcol. Ferro è partito da com’è nato tutto: «Una sera la band mi convinse a bere. E da lì non mi sono fermato più. Bevevo quasi sempre da solo, l’alcol mi dava la forza di non pensare al dolore e alla tristezza, ma mi portava a voler morire sempre più spesso. Ho perso occasioni e amici. Io ero un alcolista. L’alcolismo ti guarda appassire in solitudine, mentre sorridi di fronte a tutti. Nessuno mi poteva sopportare quando bevevo. E chi ci riusciva o aveva pietà, o era come me. O più disperato di me. Oggi che non bevo da diversi anni ho capito che quella disperazione aveva un senso, uno solo: aiutare qualcun altro…Io devo smettere di bere, mi ripetevo. Avevo le transaminasi alte. Iniziavo ad avere problemi di fegato. Non volevo morire per una cosa simile. No». E ancora: «Poi sono finito in ospedale, ma solo in quelli belli, anche se la verità è che ero come tutti quelli che bevono. Ero come loro. E quella dolente umanità era come me. Io ero un alcolista. E avevo solo trentaquattro anni».

LEGGI ANCHETiziano Ferro e quei fatti privati a orologeria che diventano affari commerciali

Tiziano Ferro festeggia sette anni di sobrietà «Accetto ciò che non posso cambiare»
Tiziano Ferro durante un’esibizione a Sanremo 2020 (Getty Images).

Il divorzio con Allen: «Sto bene»

Nelle scorse settimane, Tiziano Ferro ha parlato a Radio2 del momento difficile che sta vivendo a causa della rottura con il marito Victor Allen: «Sto bene, sto affrontando un divorzio che per motivi legali mi costringe in California, non posso lasciarla, hanno paura che io diventi un criminale internazionale e quindi sto qui. La prendo a ridere. La mia giornata? Ho due bimbi piccoli, sto dalla mattina alla sera con loro, cucino, gioco, conosco tantissime canzoncine nuove. Con i due bimbi quando arrivi alle sette e mezza di sera ti sembra quasi mezzanotte, sei già morto».