Tizzola di Villa Minozzo, è nato Axel: è il primo bambino dopo 30 anni

Redazione
14/11/2023

Il nome è un omaggio al cantante dei Guns N’ Roses, gruppo preferito della madre. Il post che annuncia la sua nascita, invece, è del papà. Il paesino, un borgo sull’Appennino reggiano, ora conta 26 abitanti, la maggior parte anziani.

Tizzola di Villa Minozzo, è nato Axel: è il primo bambino dopo 30 anni

Il 6 novembre 2023, all’ospedale di Reggio Emilia, è nato Axel. Il piccolo è già diventato famoso perché è il primo bambino che nasce dopo 30 anni a Tizzola di Villa Minozzo, un borgo sull’Appennino reggiano. Appena usciti dall’ospedale, mamma Simona e papà Thomas l’hanno portato a casa, tra le montagne. Ora gli abitanti del piccolo paese sono saliti da 25 a 26, anche se per la maggior parte anziani.

Axel e l’omaggio ai Guns N’ Roses

Il nome è stato fortemente voluto dalla mamma, la quale è una grande fan dei Guns N’ Roses e ha voluto fare un omaggio al leader della band Axl Rose. Tuttavia, è stato papà Thomas a condividere la gioia della sua nascita sui social aggiungendo una frase a nome del piccolo: «Da oggi sono qui tra voi!». Appresa la notizia della sua nascita dal nastro azzurro appeso all’angolo della piazza, gli abitanti del paesino si sono messi in fila davanti alla casa dei genitori, aspettando a turno per fare la conoscenza del nuovo arrivato nella valle silenziosa dell’Appennino reggiano.

https://www.facebook.com/thomas.richeldi/posts/pfbid02hR1eLzoHGBrGVKF2hKbUzduDiEKodGEahqGonEFwBx6ZL5F46b6C5PYv4hgWvDjBl

La scelta di vivere in montagna: «Non ci muoveremo mai più da qui»

Simona Albertini, 41 anni, è originaria dell’Appennino reggiano, mentre Thomas Richeldi proviene dalla provincia di Modena. Nonostante abbiano vissuto e lavorato a Reggio Emilia, sentivano una profonda connessione con l’Appennino, motivo per cui sette anni fa, cedendo al richiamo irresistibile della montagna, hanno deciso di abbandonare la città e trasferirsi definitivamente a Tizzola, il paese d’origine di Simona. Quest’ultima ha detto: «Sono nata e cresciuta a Tizzola, ho lavorato per 14 anni a Reggio Emilia e sette anni fa con mio marito abbiamo deciso di lasciare la città e tornare a vivere sull’Appennino. Adesso poi con l’arrivo di Axel non ci muoveremo mai più da qui».