Tonali ha ammesso di aver scommesso sul Milan

Redazione
18/10/2023

Il centrocampista avrebbe puntato però su partite in cui non era sceso in campo. L’ex rossonero, passato in estate al Newcastle, rischia un anno di squalifica.

Tonali ha ammesso di aver scommesso sul Milan

Nicolò Fagioli ha patteggiato sette mesi di squalifica e cinque mesi di pene alternative per il caso scommesse. Sandro Tonali rischia molto di più: secondo la Gazzetta dello Sport, infatti, il centrocampista del Newcastle avrebbe ammesso di aver scommesso anche sulle partite del Milan, ovvero la sua ex squadra. Questo aggraverebbe molto la sua posizione.

LEGGI ANCHE: Il calcioscommesse e la differenza cruciale tra siti illegali e gioco pubblico

Tonali ha ammesso di aver scommesso sul Milan. L’ex rossonero, passato in estate al Newcastle, rischia un anno di squalifica.
Sandro Tonali con la maglia del Milan (Getty Images).

Avrebbe scommesso su partite in cui non ha giocato

Scommettere sulla propria squadra è particolarmente rischioso perché si potrebbe configurare il reato di illecito sportivo. Interrogato per quasi tre ore dalla Procura federale, Tonali si sarebbe autodenunciato all’organo di giustizia sportiva e avrebbe detto non solo di aver scommesso sul calcio, ma anche sulle partite del Milan, quando appunto vestiva il rossonero, su partite in cui però non era sceso in campo.

Tonali ha ammesso di aver scommesso sul Milan. L’ex rossonero, passato in estate al Newcastle, rischia un anno di squalifica.
Sandro Tonali con il Newcastle (Getty Images).

Il calciatore è stato collaborativo: un anno di squalifica?

Per questo, nonostante le puntate sulla sua squadra, spiega la Gazzetta dello Sport, la violazione contestata a Tonali non sarebbe quella dell’illecito sportivo (articolo 30) ma resterebbe nel recinto dell’articolo 24 del Codice di giustizia sportiva, che punisce i giocatori che scommettono sul calcio con una pena minima di tre anni. Un patteggiamento in tempi brevi, percorso già intrapreso da Fagioli, permetterebbe a Tonali un consistente sconto di pena. Il giocatore si è poi dimostrato molto collaborativo. L’ipotesi più probabile, visto il fresco precedente del collega juventino, è – suggerisce la Gazzetta – quella di 12 mesi di squalifica sul campo e 6 di prescrizioni alternative, visto che anche Tonali ha dichiarato di essere affetto da ludopatia.