Torino, genitori condannati per aver costretto il figlio 14enne gay a essere etero

redazione
24/01/2024

L'adolescente dal 2020 era vittima di soprusi, umiliazioni pubbliche e minacce. Ora è stato affidato a un'altra famiglia, mentre il padre e la madre seguiranno corsi di recupero.

Torino, genitori condannati per aver costretto il figlio 14enne gay a essere etero

È stato aggredito, umiliato e vessato dai genitori. È la storia di un 14enne di Torino. L’incubo è cominciato il 14 agosto 2020, quando il padre ha violato la sua privacy leggendo il diario segreto nel quale l’adolescente confessava la propria omosessualità. Un fatto ritenuto inaccettabile dai genitori che, come riporta La Repubblica Torino, hanno deciso di ‘punirlo’. Prima l’hanno obbligato a leggere le pagine di diario davanti a tutta la famiglia. Hanno proseguito con offese e insulti e alla fine si sono rivolti a uno psicologo per «farlo tornare normale». Percorso interrotto quando lo specialista ha ricordato ai genitori che l’omosessualità non è una malattia. Anzi, il medico avrebbe proposto loro, invece, un percorso di accettazione.

Tra le minacce anche quella di lanciare dal balcone il figlio se non fosse tornato etero entro un mese

Il 14enne è arrivato a denunciare i soprusi dopo che il padre lo aveva minacciato di buttarlo dal balcone se non fosse diventato etero entro un mese. Dopo quattro anni, il 23 gennaio, il tribunale di Torino ha condannato con patteggiamento a due anni di reclusione il padre e a un anno e 4 mesi la madre. Il ragazzo è stato invece affidato a un’altra famiglia. In più, i genitori dovranno affrontare un corso di recupero al termine del quale potranno ottenere la sospensione condizionale della pena.