Cosa sappiamo dell'attentato a Toronto

Cosa sappiamo dell’attentato a Toronto

23 Luglio 2018 06.14
Like me!

Tre vittime e 12 feriti. Questo il bilancio tracciato dalla polizia di Toronto dopo la sparatoria iniziata intorno alle 10 di sera locali del 22 luglio nel quartiere periferico di Toronto di Greektown. Secondo quanto riportato dal capo della polizia, Mark Saunders, le vittime sarebbero l'attentatore ed una donna. Sulla terza vittima, deceduta nella notte, non sono stati rilasciati altri dettagli. Una bambina, sembrerebbe tra gli 8 e i 9 anni, era in condizioni critiche già la notte della sparatoria. «Stiamo indagando su tutti i possibili motivi, non escludiamo nulla», ha dichiarato il capo della polizia alla stampa.

La polizia non ha neanche reso nota l'identità dell'attentatore, trovato morto in una via secondaria nei pressi di Danforth Avenue, dove è avvenuta la sparatoria. Non è chiaro se si è sparato o se ha perso la vita durante lo scontro a fuoco con la polizia. Sappiamo solo che aveva 29 anni. L'attacco è avvenuto appena tre mesi dopo che un furgone si è abbattuto sulla folla causando 10 morti e 16 feriti.

Dai video postati online, si vede l'attentatore che cammina a passo veloce, si derma di fronte a un ristorante e comincia a sparare. È vestito di nero e ha un berretto da basket, sembra un ragazzo bianco. Il capo della polizia ha confermato che l'arma utilizzata è una pistola senza fornire altri dettagli.

Il vice comandante dei servizi di emergenza, Shawn Staff, aveva precedentemente indicato al quotidiano The Globe and Mail che «molti hanno ferite gravi», senza offrire una cifra esatta. I testimoni hanno spiegato di aver sentito una ventina di colpi e che un grosso dispositivo medico e di sicurezza è stato spostato rapidamente nell’area.

La città canadese ha avuto un'impennata di violenza da arma da fuoco quest'anno. Secondo un rapporto della polizia presentato la scorsa settimana e riportato da Reuters, dall'inizio dell'anno a ogggi le morti sono state 56 contro le 26 dell'anno scorso e le sparatorie sono aumentate del 13%. Dal 20 luglio il sindaco John Tory ha dispiegato 200 poliziotti per rispondere all'uimpennata di violenza in città e a seguito di quest'ultimo attentato ha dichiarato che c'è troppa disponibilità di armi da fuoco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *