Trailer e recensione di Hotel Artemis

Nella Los Angeles del 2028, Infermiera si prende cura insieme con Everest degli ospiti di un albergo-clinica. Promettente debutto alla regia di Drew Pearce, anche grazie a Jodie Foster e un cast stellare.

04 Agosto 2019 16.00
Like me!

Hotel Artemis, debutto alla regia dello sceneggiatore Drew Pearce (ha firmato Iron Man 3 e Fast & Furios – Hobbs and Shaw) regala un’ottima interpretazione di Jodie Foster nel ruolo di Infermiera, una donna segnata dalla vita e incapace di liberarsi dalle mura, reali e mentali, che lei stessa ha costruito. Il film, centrato sull’albergo rifugio dei criminali, gestito con l’unico aiuto di Everest (un sempre più convincente Dave Bautista), assume delle sfumature quasi oniriche.

Una scena di Hotel Artemis. Il film è ambientato nella Los Angeles del futuro.

Una sceneggiatura ben costruita sui personaggi e l’attenzione per un’estetica di effetto, tra citazioni cinematografiche e un approccio quasi fumettistico, rendono Hotel Artemis un’opera prima promettente anche grazie al cast stellare.

Regia: Drew Pearce; genere: azione, drammatico (USA, 2018); attori: Jodie Foster, Dave Bautista, Sterling K. Brown, Brian Tyree Henry, Jeff Goldblum, Jenny Slate, Sofia Boutella, Zachary Quinto.

HOTEL ARTEMIS IN PILLOLE

TI PIACERÀ SE: ami i film sostenuti da un cast di talento che uniscono azione e drammi umani.

DEVI EVITARLO SE: non ami i film che lasciano in sospeso alcuni elementi narrativi.

CON CHI VEDERLO: insieme agli amici che amano film in stile John Wick.

PERCHÉ VEDERLO: per apprezzare l’emozionante performance di Jodie Foster e Dave Bautista.

LA SCENA MEMORABILE: l’infermiera, mentre è sola, ricorda il passato e non cela la sua sofferenza.

LA FRASE CULT: «Dall’odore sembra che sia morto qualcuno qui dentro». «Infatti».

La locandina di Hotel Artemis.

1. LE REGOLE DELL’HOTEL

Chi è ospite della struttura deve rispettare 10 regole: all’interno non si uccidono altri pazienti; non si deve mancare di rispetto allo staff; non si possono introdurre armi oltre i cancelli; il costo che permette l’accesso alla struttura deve essere pagato totalmente e in anticipo; chi è stato espulso non può più accedere all’Hotel Artemis; non si possono fare foto o video; non si possono introdurre cibo e bevande; non si possono ricevere visitatori; se un membro è stato compromesso o ha rivelato la location della struttura sarà espulso; le regole dell’Hotel Artemis sono definitive e non negoziabili.

Dave Bautista e Jodie Foster.

2. LA LOS ANGELES DEL FUTURO

Il film è ambientato in un futuro non troppo distante – la Los Angeles del 2028 – che Drew Pearce ha delineato ispirandosi alla realtà che lo circonda. L’Hotel Artemis, con il suo secolo di vita, mescola nostalgia per il passato e modernità.

Nel cast anche Jeff Goldblum.

3. LO STAFF DEI CONSULENTI

Pearce e la produzione si sono avvalsi di consulenze di alto livello: Thomas Wagner della Nasa ha aiutato a immaginare la futura tecnologia, dal bisturi al microonde. Le tecniche mediche sono state rese credibili grazie all’aiuto di Britt Sanborn, un’infermiera esperta con un passato da attrice.

Sterling K. Brown.

4. LA CENTRALITÀ DELLA COLONNA SONORA

La colonna sonora del film è stata fin da subito considerata essenziale per delineare il personaggio dell’infermiera mostrandola mentre ascolta i suoi brani preferiti.

5. JODIE FOSTER FOLGORATA DALLA SCENEGGIATURA

Il premio Oscar Jodie Foster ha detto di non essersi preoccupata dall’idea di farsi “invecchiare” per esigenze di copione, apprezzando invece un ruolo complesso e pieno di contraddizioni. L’attrice si è proposta per il ruolo dopo essere entrata in possesso di una copia della sceneggiatura e ha contattato il regista sorprendendolo. La sua partecipazione ha quindi attirato altri attori noti, contribuendo in modo significativo a comporre un cast di tutto rispetto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *