Trento, l’orso M90 è stato abbattuto dopo il decreto firmato dal presidente Fugatti: «Era pericoloso»

Redazione
06/02/2024

L'animale il 30 gennaio aveva seguito una coppia di fidanzati arrivando a pochi metri da loro prima di scappare. Le associazioni animaliste protestano: «Lo hanno giustiziato».

Trento, l’orso M90 è stato abbattuto dopo il decreto firmato dal presidente Fugatti: «Era pericoloso»

L’orso M90 è stato trovato e abbattuto nel giro di poche ore, dopo la firma sul decreto apposta dal presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti. A renderlo noto è stato il dipartimento competente, con una nota in cui si spiega che una squadra del Corpo forestale ha identificato l’animale con il radiocollare. Decisivo per la firma del decreto l’ultimo episodio con protagonista M90. Il 30 gennaio 2024, infatti, l’orso ha seguito una coppia di fidanzati a Mezzana, in provincia di Trento, arrivando a pochi metri da loro prima di fare dietrofront.

Trento, l'orso M90 è stato abbattuto dopo il decreto firmato dal presidente Fugatti «Era pericoloso»
Maurizio Fugatti, presidente della Provincia autonoma di Trento (Imagoeconomica).

Il comunicato: «Era un animale pericoloso»

Nel comunicato si legge: «M90 era un animale pericoloso, secondo la scala di problematicità riportata nel Piano d’azione interregionale per la conservazione dell’orso bruno sulle Alpi centro-orientali (Pacobace), alla luce della sua eccessiva confidenza e frequentazione di aree urbane e periurbane». E ancora: «Ben 20 azioni di dissuasione sono state portate a termine in modo compiuto sul plantigrado in questione, sia con cani che con munizioni in gomma, dardi esplodenti, luci e rumori, senza che ciò abbia prodotto di fatto alcun risultato significativo». Ciò nonostante, l’orso è «rimasto attivo e con atteggiamento pericoloso anche durante i mesi invernali».

La LAV: «M90 è stato giustiziato»

La notizia non è piaciuta alle associazioni ambientaliste, che hanno preso l’uccisione come una sorta di blitz, arrivato poche ore dopo la firma proprio per evitare ulteriori dibattiti e polemiche. La LAV, Lega Anti Vivisezione onlus, su X ha scritto: «M90 è stato giustiziato. La violenza di Maurizio Fugatti passa ai fatti, impedendoci di intervenire in difesa dell’orso! Mentre lui firmava il decreto di uccisione erano già pronti con le carabine! Chiederemo giustizia con tutta la nostra forza!». E l’Enpa Odv, Ente nazionale per la protezione degli animali, ha parlato sul social di «vergogna».