Cosa ha detto il ministro Tria a Mosca

15 Gennaio 2019 09.35
Like me!

L'Unione europea «rischia il collasso se alimenta le divergenze invece che le convergenze» e «non affronta il tema di una maggiore cooperazione». Parola del ministro dell'Economia Giovanni Tria, intervenuto alla plenaria del forum Gaidar a Mosca. Le sfide dei prossimi anni, secondo Tria, sono «evitare l'instabilità sociale e l'instabilità finanziaria, che sono sono legate perché vengono dalla stessa fonte: il fallimento nel gestire l'ineguaglianza nella globalizzazione contemporanea».

L'Europa, a 10 anni dalla grande crisi, «ancora non ha capito cosa deve fare», ha aggiunto Tria. «È necessario» ha spiegato, «guardare alla cornice più ampia, avere una strategia per la nostra sovranità tecnologica e darci i mezzi per essere più competitivi sul palcoscenico globale pur restando fedeli ai nostri valori». Invece, ha sottolineato, l'Europa guarda al tema dell'immigrazione come «un puzzle sulla ripartizione» ed è «ossessionata dalle procedure».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *