Trasferisce 240 mila euro dopo un finto sms dalla banca: 18 denunciati per truffa

Redazione
10/02/2024

Le indagini nate dalla querela di un 80enne milanese: un sedicente operatore del servizio antifrode gli aveva comunicato che i suoi dispositivi erano sotto attacco informatico, convincendolo a spostare l'enorme somma di denaro su altri conti correnti.

Trasferisce 240 mila euro dopo un finto sms dalla banca: 18 denunciati per truffa

A distanza di un anno dalla denuncia di un 80enne milanese, che aveva trasferito 241 mila euro dal suo conto corrente ad altri dopo aver ricevuto un sms apparentemente riconducibile al servizio antifrode della sua banca, che lo avvisava di un attacco informatico al suo dispositivo mobile e ai conti ad esso collegati, la polizia ha eseguito 18 perquisizioni tra Toscana e Campania a carico di altrettante indagati, accusati di truffa aggravata.

L’sms e poi la telefonata: come è stato truffato l’anziano 

Dopo l’sms, la vittima ha ricevuto la telefonata di un sedicente operatore del servizio antifrode del proprio istituto di credito, il quale lo ha indotto a spostare tutti i propri risparmi verso conti correnti definiti sicuri, al fine di interrompere i prelievi non autorizzati. Gli accertamenti svolti dal Cosc Lombardia hanno consentito agli investigatori di risalire a 18 soggetti (11 dei quali con precedenti penali, anche specifici), di cui sette residenti nell’agro aversano, otto a Napoli, due a Battipaglia e uno a Livorno. Le perquisizioni informatiche svolte con il coordinamento del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni sui cellulari e sugli altri dispositivi informatici sequestrati agli indagati hanno fornito agli inquirenti milanesi importanti riscontri sulla vasta portata dell’attività delinquenziale oggetto di indagine.