Trump, il miraggio della clorochina e i danni della pseudoscienza

Marina Viola
14/04/2020

Il presidente crede che questo anti-malarico possa sconfiggere il coronavirus. Eppure anche se è utilizzato su alcuni pazienti, ha effetti collaterali gravi. E ora chi ne ha bisogno davvero non lo trova. Dobbiamo dire basta a queste bugie e fidarci solo di dati scientifici.

Trump, il miraggio della clorochina e i danni della pseudoscienza

Donald Trump insiste a dire che la clorochina funziona, che può salvare la vita delle persone affette dal coronavirus.

La clorochina, per chi non lo sapesse, è una medicina che abbassa il sistema immunitario e che viene prescritta a chi ha malaria o lupus.

Mi hanno spiegato due amici medici che a volte aiuta chi è colpito dal coronavirus perché fa in modo che il corpo non lo combatta troppo violentemente, bloccando tutti gli organi vitali. Ma mi hanno anche spiegato che la clorochina ha effetti collaterali orribili, e soprattutto che non ci sono ancora degli studi scientifici che ne determinano l’effetto positivo tanto lodato da Trump. Non solo: da quando il presidente ha cominciato a insistere su questa cosa, chi ha veramente bisogno della clorochina non riesce più a trovarla, e sta rischiando la vita.

ILLUDERE LE PERSONE SPAVENTATE È UN GIOCO DA RAGAZZI

Sembra davvero che questi di Trump siano gli anni in cui la scienza sia diventata un’opinione, che la si possa manipolare come se fosse un’idea politica. D’altronde si sa, quando una bugia è detta e ripetuta, poi alla fine la gente ci crede, la mette meno in dubbio e dopo un po’ diventa realtà. Illudere persone spaventate, disperate e poco propense a fare ricerche un po’ più approfondite anche solo su Google, è un gioco da ragazzi. Quelli che temono il virus, un brutto tumore, una vita passata ad accudire un figlio autistico farebbero di tutto pur di cacciare via la causa del terrore, e sono estremamente vulnerabili alle sciocchezze dette in conferenza stampa da uno come Trump o alle false informazioni degli sciamani che assicurano di avere la soluzione.

LE FANDONIE PERICOLOSE SULL’AUTISMO

Queste campagne di informazioni false e pericolose, basate su aneddoti invece che su ricerche scientifiche le conosco bene. A noi genitori di figli autistici, negli anni è stato detto di tutto: provate la chelazione, terapia pericolosissima e mortale; guai a vaccinare i vostri figli; provate l’agopuntura, bombardateli con alcune vitamine, imbottiteli di enzimi di tutti i tipi, o di antibiotici, non minimizzate i risultati sorprendenti delle terapie cranio sacrali. La lista è lunghissima. Il mio amico Gianluca Nicoletti le chiama le cure sciamaniche, io le chiamo cure terroristiche minate a distruggere i genitori e a danneggiare la salute dei figli.

LEGGI ANCHE: Chi è Anthony Fauci, il virologo che può salvare gli Usa da Trump

Da anni cerco di spiegare il mio disgusto nei confronti di queste manipolazioni mediatiche e pseudo scientifiche che girano in Rete e anche tra alcuni medici ignoranti. L’ho sempre vissuto come un insulto, non solo alla mia intelligenza, ma anche all’autismo. Tutta questa pseudoscienza nasconde un messaggio ben preciso: l’autismo è una malattia da cui si può guarire. Non accettarla, combattila! Un figlio come il tuo non è normale e se gli permetti di essere autistico gli fai un torto. Pochissime invece sono le campagne che insegnano l’accettazione, che spiegano come il concetto di normalità sia riduttivo a dir poco. Come sarebbe stato più utile, invece di sprecare soldi in terapie inutili e sperare di avere un figlio ‘normale’, che le persone si fossero concentrate a scoprire che l’autismo è parte dell’essere umano, che è molto più comune di quello che si crede, che va benissimo così, soprattutto se ci sono i servizi adeguati.

CREDERE SOLO ALLA SCIENZA È L’UNICA SALVEZZA

Sono danni irreversibili quelli che hanno causato tute le fandonie relative all’autismo. La morte, invece, è il danno che le bugie di Trump può causare. Facciamoci tutti un piacere: smettiamo di credere a chi non sa di cosa parla. Cominciamo invece a credere a risultati scientifici, ripetibili e oggettivi. Solo così potremo salvarci.

(dal blog di Marina Viola Pensieri e Parole).