Dazi, la Cina pronta a «contromisure» dopo l’annuncio di Trump

È arrivata la risposta del ministero degli Esteri di Pechino alle nuove tariffe del 10% decise da Washington a partire dal primo settembre.

02 Agosto 2019 10.31
Like me!

La Cina è pronta a prendere «contromisure» se gli Stati Uniti metteranno nuovi dazi sui prodotti importati da Pechino. La portavoce del ministero degli Esteri cinese, Hua Chunyin, ha risposto così all’annuncio del presidente americano Donald Trump, che il primo agosto ha fatto sapere di voler imporre nuove tariffe del 10% sui restanti 300 miliardi di dollari di merci cinesi importate negli Stati Uniti, dopo quelle al 25% già in vigore su 250 miliardi di prodotti made in China. La misura scatterebbe dal primo settembre e sta facendo vacillare i mercati.

IL GIAPPONE RIMUOVE LA COREA DEL SUD DALLA WHITE LIST

Nella guerra commerciale globale si sta aprendo inoltre un nuovo fronte. Il Giappone ha infatti deciso di alzare la posta con la Corea del Sud, intensificando una disputa che minaccia la catena di approvvigionamento mondiale per smartphone e dispositivi elettronici. Tokyo ha rimosso Seul dalla sua white list e ciò significa che ora le esportazioni giapponesi richiederanno ulteriori controlli per garantire che le merci non vengano utilizzate per costruire armi e applicazioni militari. Le nuove restrizioni entreranno in vigore il 28 agosto. La Corea del Sud era l’unico Paese asiatico inserito nella white list giapponese e il presidente Moon Jae-in ha definito la decisione di Tokyo «sconsiderata» e ha minacciato ritorsioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *