Paura tubercolosi a Treviso a causa di una maestra infetta

Paura tubercolosi a Treviso a causa di una maestra infetta

07 Aprile 2019 07.01
Like me!

Era rimasto sopito per quasi 30 anni nel corpo di una maestra per poi ripresentarsi in tutta la sua virulenza. Il batterio della tubercolosi è tornato a far paura in una scuola elementare a Motta di Livenza, comune viciono a Treviso, dove il 5 marzo 2019 ha portato l’Usl locale a organizzare una task force per fronteggiare l'emergenza. Perché in pochi giorni, dopo che l'insegnante e un suo piccolo alunno sono finiti in ospedale con tosse e febbre molto alta, si sono ammalati altri sette bambini. Tutti all'interno di quella classe. Poi è stata la volta di um'altra maestra. Tutti, secondo il bollettino sanitario diramato, colpiti da una forma acuta di tbc.

CONTROLLI A TAPPETO DELL'USL NELLA ZONA

L'Usl di Treviso ha immediatamente eseguito un protocollo emergenziale eseguendo controlli su circa 800 persone tra alunni, personale docente, genitori e scrutatori del seggio che in quell’istituto avevano seguito le elezioni politiche nel 2018. Il test di Mantoux, che serve appunto a individuare il batterio nel corpo umano, ha evidenziato dieci malati di tubercolosi e 36 persone positive al contagio. Nella classe della maestra la percentuale di contagiati è intorno al 95%. Di 22 alunni presenti nella classe dell'insegnante, infatti, 21 sono risultati positivi ai controlli. Di questi quattro hanno sviluppato la malattia venendo ricoverati e curati con una terapia multifarmacologica, gli altri hanno seguito la semplice profilassi.

SITUAZIONE TORNATA SOTTO CONTROLLO

Secondo la Usl di Treviso e l'Istituto superiore di sanità l'emergenza sarebbe comunque già rientrata. I vari focolai sarebbero stati spenti facendo ritronare la situazione sotto controllo. Nuovi test sono previsti intorno al 20 maggio per escludere il ripresentarsi della malattia e l'effettiva guarigione di chi l'aveva contratta. Il sospetto, comunque, è che i numeri siano destinati ad aumentare dato che la finestra d'incubazione della malattia va da un minimo di otto settimane per protrarsi anche a tutta la vita senza che essa venga mai esternata con chiari segnali.

I SINTOMI E CAUSE DELLA TUBERCOLOSI

Quelli della tubercolosi sono sintomi alquanto comuni. Almeno in un primo momento possono essere scambiati per bronchiti o polmoniti. Tra i sintomi più comuni si rintracciano tosse con catarro e presenza di sangue, dolore al petto, debolezza e stanchezza, perdita di peso e di appetito, febbre e sudorazione notturna. A causare la tbc è il batterio Mycobacterium tuberculosis che colpisce principalmente i polmoni, nonostante possa interessare anche altri organi vitali. Le persone più a rischio sono gli anziani, i bambini e le persone con il sistema immunitario debilitato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *