Tunisia, Ghannouchi annuncia il rimpasto

Redazione
27/01/2011

Il primo ministro del governo di unità nazionale tunisino, Mohamed Ghannouchi, ha annunciato in onda sulla tv nazionale i cambiamenti...

Tunisia, Ghannouchi annuncia il rimpasto

Il primo ministro del governo di unità nazionale tunisino, Mohamed Ghannouchi, ha annunciato in onda sulla tv nazionale i cambiamenti nella composizione dell’esecutivo. Dopo giorni di manifestazioni e proteste da parte dei sindacati, il premier ha deciso di cambiare 12 ministeri, e in particolare quelli della Difesa, dell’Interno, della Sanità e degli Esteri.In totale nel nuovo esecutivo non ci sarà nessun ministro formalmente membro dell’Rcd, il partito dell’ex presidente Ziner al-Abidine Ben Ali.
FIDUCIA DAL SINDACATO UGGT. Il premier ha spiegato: «da governo di unità nazionale diventa un governo tecnico». Quale nuovo ministro degli Esteri è stato nominato Ahmed Abderraouf Ounaïs, un ex-diplomatico già sottosegretario nel precedente esecutivo creato dopo la fuga del presidente Ben Ali. Il nuovo esecutivo ha già incassato la fiducia del principale sindacato, l’Uggt, che nei giorni scorsi aveva chiesto l’allontanamento dalla vita politica dei dirigenti dell’Rcd.
ELEZIONI TRA SEI MESI. Ma le centinaia di manifestanti ancora in strada a Tunisi, pur esultando per l’annuncio di un nuovo esecutivo senza esponenti di spicco legati al passato regime, hanno reclamato le dimissioni anche del primo ministro. Nel messaggio Ghannouchi ha affermato che «questo governo è provvisorio, rimarrà in carica fino alle elezioni, tra sei mesi» che si svolgeranno sotto la supervisione di un organismo indipendente, e con la vigilanza di osservatori internazionali.