Turchia, sotto processo 200 militari

Redazione
16/12/2010

  Si è aperto il 16 dicembre nei pressi di Istanbul il processo a circa 200 militari turchi, accusati di aver...

Turchia, sotto processo 200 militari

 

Si è aperto il 16 dicembre nei pressi di Istanbul il processo a circa 200 militari turchi, accusati di aver tentato nel 2003 di preparare un golpe per rovesciare il governo filoislamico di Recep Tayyp Erdogan.
Il giudice ha iniziato a procedere con la verifica dell’identità dei 196 imputati del processo che si svolge nell’aula bunker del centro penitenziario di Silivri alla presenza di moltissimi giornalisti. Gli imputati, tra cui figurano gli ex capi della marina e dell’aeronautica, rischiano tra i 15 e i 20 anni di carcere per «tentativo di rovesciare il governo». La loro difesa sostiene invece che i documenti sequestrati su cui si basa l’accusa farebbero parte di un seminario tenuto nel 2003 in cui si preparavano tattiche militari per diversi scenari.
E’ la prima volta che in Turchia il ruolo dei militari, da sempre difensori dello stato laico e più volte in rotta di collisione con il partito di radici islamiche di Erdogan Akp, viene messo sotto accusa in un processo di queste dimensioni.