Redazione

Ucciso il politico tedesco della Cdu che aiutò i migranti

Ucciso il politico tedesco della Cdu che aiutò i migranti

Walter Luebcke si era battuto per l’accoglienza dei rifugiati nella crisi del 2015 in Germania. Entrò in conflitto con il movimento di estrema destra di Pegida.

03 Giugno 2019 20.55

Like me!

Sì batté per l’accoglienza dei migranti in Germania. Quattro anni dopo Walter Luebcke, politico locale dell’Unione cristiano-democratica (Cdu), il partito della cancelliera Angela Merkel, è stato assassinato. Durante la crisi dei profughi del 2015 entrò in rotta di collisione con il movimento di destra di Pegida.

ESCLUSA LA PISTA DEL SUICIDIO

La notizia è stata data nel pomeriggio di lunedì 3 giugno 2019 dagli inquirenti che indagano sulla sua dinamica dell’omicidio. L’uomo sarebbe stato ucciso da un’arma di piccolo calibro, secondo le ricostruzioni, e «si esclude il suicidio», ha riferito un funzionario a Bild.

Chi non condivide i valori dell’accoglienza può lasciare questo Paese in ogni momento, se non è d’accordo. Questa è la libertà di ogni tedesco


Walter Luebcke

«Era un costruttore di ponti», ha dichiarato il ministro-presidente dell’Assia, Volker Bouffier, ricordando l’impegno cristiano a favore dei più bisognosi di Luebcke. Il politico della Cdu si era fatto molti nemici tra le fila degli estremisti di Pegida quando, in occasione di una manifestazione cittadina in cui si discuteva dei centri di prima accoglienza per migranti in Assia, aveva detto a proposito del valore dell’aiuto nel momento del bisogno: «Chi non condivide questi valori può lasciare questo Paese in ogni momento, se non è d’accordo. Questa è la libertà di ogni tedesco».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *