Un bambino europeo su tre è obeso

31 Maggio 2016 14.02
Like me!

Un bambino europeo su tre tra i sei e gli otto anni è in sovrappeso o obeso. A lanciare l’allarme, riportato dalla testata britannica The Guardian, la non profit United European Gastroenterology. Secondo l’Ueg, entro il 2025 i minori sotto i 5 anni in eccesso di peso saranno 70 milioni. Non solo: i ricercatori hanno scoperto che il 20-30% di tutte le patologie infiammatorie all’intestino comincia nell’infanzia. 
SEMPRE PIÙ MINORI CON IL FEGATO GRASSO. Dall’indagine risulta che la steatosi epatica, il cosiddetto ‘fegato grasso’, non legato ad abuso di alcol, è diventata la causa più comune di malattia alla ghiandola tra bambini e adolescenti nel mondo occidentale. Il report si basa sui dati di 46 Paesi europei.
MINACCIA PER LA TENUTA DEI SISTEMI SANITARI. Un decimo del costo totale dell’assistenza sanitaria in Europa è impiegato per curare malattie connesse all’obesità e, secondo la Ueg, minaccia la tenuta dei sistemi sanitari di tutto il continente. In particolare, a preoccupare l’Ong è che la ricerca sulle malattie derivanti da sovrappeso non sia sovvenzionata a sufficienza. Anche perché il 90% di chi è in sovrappeso nell’infanzia rimane in questa condizione anche in età adulta.
DAL 1975 LA POPOLAZIONE HA ACQUISTATO 40 CHILI. L’allarme obesità in realtà non è del tutto nuovo. Uno studio apparso sulla rivista scientifica Lancet realizzato da un ricercatore dell’Imperial College stima che ci siano 266 milioni di uomini obesi e 375 milioni di donne obese nel mondo. La popolazione mondiale è diventata ‘più pesante’ di circa un chilo e mezzo per persona ogni decade dal 1975.
NORD E EST EUROPA PIÙ OBESI DEL SUD. Il messaggio dello studio è che servono maggiori studi e maggiore cura nonché più investimenti per combattere l’epidemia di obesità.
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *