Un conto segreto per il bunga bunga

Redazione
01/02/2011

Al centro dell’attenzione della procura di Milano, che sta indagando sullo scandalo Ruby (leggi l’articolo), ci sarebbe «un deposito presso...

Un conto segreto per il bunga bunga

Al centro dell’attenzione della procura di Milano, che sta indagando sullo scandalo Ruby (leggi l’articolo), ci sarebbe «un deposito presso il Monte dei Paschi di Siena, amministrato da Giuseppe Spinelli». Cioè dal ‘ragioniere’ del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi.
UN LUNGO ELENCO. Dall’estratto conto, scrivono Piero Colaprico e Giuseppe D’Avanzo su Repubblica, si evince che Nicole Minetti, il consigliere regionale lombardo su cui pende l’accusa di induzione alla prostituzione, non sarebbe l’unico soggetto ad aver beneficiato di copiosi versamenti in denaro. Decine di migliaia di euro, per Minetti, in cambio della gestione degli appartamenti di via Olgettina dove risiedevano, prima dello sfratto, le ragazze dei bunga bunga ad Arcore, e per coordinarne le presenze.
Ma sarebbe «lungo decine di nomi l’elenco segreto di chi, nel corso del tempo e per tutto il 2010, è stato sostenuto finanziariamente dal capo del governo». Tra i nomi, «molte sorprese» e «molte delle figure femminili che hanno accompagnato la vita del presidente negli ultimi anni». 
DALLE PAROLE AI NUMERI. La strategia dei pubblici ministeri sarebbe dunque quella di passare dalle parole, raccolte tramite testimonianze e intercettazioni, ai numeri. Quelli del conto «segreto» gestito da Spinelli. Da cui escono, secondo la documentazione bancaria del Monte dei Paschi di Siena, quasi 1,5 milioni di euro. Proprio la cifra che Lele Mora ed Emilio Fede, intercettati, progettavano di chiedere al presidente del Consiglio. Per spartirsela.