Un sorso di salute

Redazione
18/12/2010

di Chiara Brusa Gallina Melograno anti-cancro, mirtillo rosso contro i batteri, mela per rallentare l’invecchiamento cerebrale. Dimmi che succo bevi...

Un sorso di salute

di Chiara Brusa Gallina

Melograno anti-cancro, mirtillo rosso contro i batteri, mela per rallentare l’invecchiamento cerebrale. Dimmi che succo bevi e ti dirò che disturbo puoi prevenire. O perlomeno alleviare. Sono sempre di più, infatti, le ricerche che analizzano gli estratti di frutta per scoprire le proprietà dei loro nutrienti. Anche se gli esperti raccomandano di non abusarne, per via degli zuccheri che contengono, le loro virtù benefiche sono ormai garantite: l’American Dietetic Association ha stabilito che chi beve succhi di frutta naturali al 100% vanta una dieta più completa, con il giusto apporto di vitamine e minerali.

Melograno contro il tumore, mela contro l’Alzheimer

Proprio in questi giorni i ricercatori dell’Università della California Riverside hanno confermato i risultati di studi precedenti: il succo di  melograno è in grado di bloccare lo spostamento delle cellule maligne nei casi di tumore alla prostata, fermando le metastasi. Le indagini proseguono per capire quantità ed effetti collaterali, ma anche per studiare come potenziare il mix che lo rende salutare (fenilpropanoidi, acidi idrobenzoici, flavoni e acidi grassi).
Altri benefici: è utile per abbassare il colesterolo e la pressione sanguigna, ha effetto contro la disfunzione erettile e, durante il travaglio, serve come stimolante naturale per le contrazioni. Vanta più antiossidanti (sostanze che ostacolano i dannosi radicali liberi) del vino rosso e del succo d’uva: pert questo si è meritato l’appellativo di nuovo power food.
Il succo di mela, invece, ha effetto soprattutto sulla mente: secondo una ricerca americana, ne rallenta il declino agendo sulla formazione dei frammenti di proteine responsabili della placche senili. Nel caso dei malati di Alzheimer, però, a migliorare è il comportamento, non le capacità cognitive. Uno studio polacco ha decretato inoltre che il succo di mela denso dà risultati quattro volte migliori rispetto alla variante limpida, perché contiene più polifenoli.

Arancia contro i radicali liberi, mirtillo per la memoria

L’arancia è un antidoto contro i cibi spazzatura, quelli che generano stress ossidativo e provocano infiammazione al corpo. Lo prova un esperimento degli endocrinologi dell’università di Buffalo, che hanno studiato l’associazione tra la spremuta e un pasto ad alto contenuto di grassi e di carboidrati. Il merito è dei flavonoidi, capaci di neutralizzare l’azione dei radicali liberi, che infiammano i vasi sanguigni e alla lunga portano a problemi cardiovascolari.
Il mirtillo nero, proprio quest’anno, ha superato i test clinici, quando nel centro di ricerca sulla salute di Cincinnati hanno dimostrato che rafforza la memoria negli adulti. I volontari (tutti 70enni e con i primi segnali di perdita della memoria) ne hanno bevuto due bicchieri o due bicchieri e mezzo al giorno per due mesi e hanno ottenuto punteggi più alti nelle prove di apprendimento e memoria rispetto al gruppo di controllo, che non aveva assunto questo “aiutino” naturale.
Il mirtillo rosso, invece, aiuta a prevenire le infezioni delle vie urinarie. Molte ricerche si concentrano su questa proprietà, già nota ai nativi americani. Funziona contro l’E. coli, il batterio più aggressivo verso questa parte del corpo, perché allenta la presa dei filamenti da cui è avvolto, che usa per attaccarsi e non essere espulso. Lo hanno spiegato alcuni ricercatori americani sulla rivista Molecular Nutrition & Food Research, anche se un contro-studio pubblicato a dicembre su Clinical Infectious Diseases lo smentisce. Le indagini, quindi, continuano.

Succo di ciliegia per dormire, pompelmo anti-cancro

Chi ha problemi ad addormentarsi può provare con il succo di ciliegia. Il Journal of Medicinal Food ha pubblicato una ricerca che rivela le sue proprietà anti-insonnia, dovute all’alta concentrazione di melatonina (la sostanza che regola il sonno e la veglia). Non solo: è una bevanda energetica naturale, adatta agli sportivi. Ne ha dato notizia il British Journal of Sports Medicine, secondo cui il potere antinfiammatorio è efficace nella riparazione dei muscoli indolenziti dall’esercizio fisico.
Il pompelmo fa funzionare meglio il metabolismo degli zuccheri: chi è fissato con le diete lo sa. Invece, le ultime ricerche condotte all’università di Chicago si focalizzano sul fatto che riesce ad amplificare l’effetto di certi trattamenti anti-cancro. Ma va preso con attenzione: può interferire con l’azione di alcune medicine.
Ma i concentrati delle meraviglie si fanno anche con gli ortaggi. Il succo di pomodoro annovera proprietà anticancerose, antiossidanti e protettive contro le ustioni da sole. Anche la spremuta di carota riduce il rischio di cancro, mentre quella di barbabietola abbassa la pressione (grazie ai nitrati che contiene) e favorisce la salute mentale negli anziani, incrementando il flusso sanguigno verso il cervello. Non resta che tirare fuori la centrifuga.