UniCredit lancia la sua strategia per rendere l’arte accessibile a tutti

Debora Faravelli
09/11/2023

Aperto un nuovo sito web dov'è fruibile la collezione artistica della banca, che comprende oltre 200 capolavori e più di 100 maestri da Balla a Baselitz. Annunciate mostre e partnership di sponsorizzazione con istituzioni artistiche di alto profilo.

UniCredit lancia la sua strategia per rendere l’arte accessibile a tutti

UniCredit ha annunciato la sua strategia per rendere l’arte accessibile a tutti, attingendo alla lunga tradizione della banca nel sostenere le arti e la cultura. Questa strategia riafferma l’impegno della banca nelle partnership culturali, nei programmi educativi e nei progetti che consentono un maggiore accesso alle arti e favoriscono lo sviluppo sociale.

L’apertura del sito web di UniCredit Art Collection

Una delle iniziative principali riguarda il lancio del nuovo sito web di UniCredit Art Collection, che per la prima volta aprirà le porte della banca al mondo. Si tratta di una delle più grandi collezioni d’arte aziendali d’Europa e comprende oltre 200 opere e più di 100 artisti provenienti dalle collezioni in Austria, Germania e Italia tra cui Giacomo Balla, Georg Baselitz, Pizzi Cannella, Antonio Donghi, Dan Flavin, Jakob Gasteiger, Hans Hartung, Axel Hütte, Cornelius Völker e Walter Pichler. La collezione è nata dalla passione per l’arte condivisa dai tre Paesi, i cui beni costituiscono la maggior parte della collezione, ma si è progressivamente allargata a quelli dell’Europa centrale e orientale. La collezione abbraccia un’ampia gamma di periodi, dagli antichi maestri a una moderna dimensione internazionale con opere della seconda metà del XX secolo, con forti legami territoriali strettamente legati alle radici storiche di ciascuna area geografica in cui UniCredit opera. Il digitale è una parte fondamentale del percorso di trasformazione di UniCredit, e questa nuova piattaforma sfrutta l’infrastruttura digitale della banca per condividere questi capolavori con un pubblico più ampio e rendere accessibile il patrimonio artistico della banca. Questa galleria online comprende anche una sezione didattica per ispirare bambini e adulti a conoscere gli artisti e le loro opere.

Interviste agli artisti e accordi con le istituzioni artistiche

A ciò si affianca un programma di mostre curate da personalità di spicco, collezioni tematiche, interviste agli artisti e aggiornamenti su mostre e prestiti museali. Le opere d’arte di UniCredit sono esposte in uffici, filiali e musei di tutto il mondo e nel primo semestre del 2023 UniCredit ha gestito sei prestiti a breve termine con sei diverse istituzioni in tutto il Paese, coinvolgendo 26 opere d’arte. UniCredit ha inoltre stipulato una serie di accordi di sponsorizzazione con istituzioni artistiche di alto profilo, tra cui l’Arena di Verona, la Filarmonica della Scala di Milano e il Teatro San Carlo di Napoli.

Organizzata una mostra che riunisce 50 anni di arte

Per celebrare l’avvio di questa strategia e la digitalizzazione della propria collezione d’arte, UniCredit ha riunito una selezione di opere per una mostra dal titolo Inversamente. L’esposizione curata dall’ex Direttore del MAXXI 2016-2023 (Museo nazionale delle arti del XXI secolo), Bartolomeo Pietromarchi, spazia dall’arte dei primi Anni 60 all’inizio del nuovo millennio, accostando opere di alcuni dei maggiori protagonisti della scena artistica moderna e contemporanea come Hans Hartung, Mario Schifano, Gerhard Richter e Shirin Neshat. Queste le parole del curatore: «La nuova iniziativa di UniCredit che condivide la sua vasta collezione di opere d’arte riflette la missione chiave di sostenere le comunità locali, promuovendo l’educazione artistica e sostenendo artisti e istituzioni artistiche in tutto il mondo. Con una delle più grandi raccolte aziendali d’Europa, UniCredit è in una posizione unica per sbloccare un tesoro di capolavori che il grande pubblico può esplorare e apprezzare«.