Kenneth Smith è stato giustiziato con l’azoto in Alabama: primo caso al mondo

Redazione
26/01/2024

Il 58enne Kenneth Eugene Smith, sopravvissuto all'iniezione letale nel 2022, era stato condannato in via definitiva nel 1996 alla pena di morte per l’omicidio di una donna.

Kenneth Smith è stato giustiziato con l’azoto in Alabama: primo caso al mondo

Il 58enne Kenneth Eugene Smith è stato giustiziato con l’azoto nello Stato dell’Alabama alle 20, ora locale, di giovedì 25 gennaio. È il primo detenuto a morire con l’ipossia da azoto. È stato dichiarato morto alle 20.25, dopo che l’esecuzione fissata inizialmente per le 18 era stata rimandata di alcune ore per attendere l’esito dell’ultimo appello alla Corte suprema americana. L’uomo, condannato in via definitiva nel 1996 alla pena di morte per l’omicidio di una donna commissionatogli dal marito nel 1988, era sopravvissuto a un’iniezione letale fallita nel 2022, quando il personale medico non era riuscito a trovare una vena in cui inserire l’ago. Smith, secondo quanto riferito dai testimoni, è rimasto cosciente per «diversi minuti dall’inizio dell’esecuzione» e per qualche minuto ha tremato e si è contorto sulla barella. Poi il respiro ha cominciato a rallentare.

«L’Alabama sperimenta con una vita umana»

Tre giudici di orientamento progressista della Corte Suprema statunitense (Sonia Sotomayor, Ketanji Brown Jackson ed Elena Kagan) si sono espressi in favore dell’appello di Smith, che però è stato respinto dagli altri sei giudici della Corte. «Avendo fallito nell’uccidere Smith al primo tentativo, l’Alabama lo ha scelto come sua cavia per testare un metodo di esecuzione mai tentato prima. Il mondo sta osservando. Questa Corte ancora una volta permette all’Alabama di sperimentare con una vita umana», ha affermato Sotomayor.