Gli Usa inviano all’Ucraina l’ultimo pacchetto di aiuti del 2023

Redazione
28/12/2023

Si tratta di 250 milioni di dollari di armi tra cui munizioni e componenti del sistema di difesa aerea. Il ministro degli Esteri russo Lavrov: «L'Occidente alza la posta fornendo sistemi a lungo raggio».

Gli Usa inviano all’Ucraina l’ultimo pacchetto di aiuti del 2023

Gli Usa hanno annunciato l’ultimo pacchetto di aiuti militari all’Ucraina per quest’anno. Lo riferisce il dipartimento di Stato in una nota. Si tratta di un invio da 250 milioni di dollari. Nel nuovo pacchetto di aiuti militari all’Ucraina ci sono munizioni per la difesa aerea e per sistemi missilistici di artiglieria ad alta mobilità, colpi di artiglieria da 155 mm e 105 mm e oltre 15 milioni di colpi per armi da fuoco, si legge ancora nella nota del dipartimento di stato che si conclude con un appello affinché il Congresso «agisca rapidamente, il prima possibile, per promuovere la nostra sicurezza nazionale aiutando l’Ucraina a difendersi e a garantire il proprio futuro».

Lavrov: «L’Occidente continua a fornire armi sempre più letali»

«Nonostante il fallimento della controffensiva delle forze armate ucraine, l’Occidente alza la posta in gioco continuando a fornire armi sempre più letali e a lungo raggio a Kyiv. Vengono fornite armi della Nato, tra cui munizioni a grappolo e proiettili con uranio impoverito», afferma intanto il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, in un’intervista esclusiva all’agenzia di stampa russa Tass. «Non rifiutiamo l’idea stessa di controllo degli armamenti. Tuttavia, qualsiasi ipotetico dialogo futuro sui modi per ridurre al minimo il potenziale di conflitto e sui parametri per un’ulteriore coesistenza con l’Occidente sarà possibile solo sulla base dell’uguaglianza e del rispetto obbligatorio degli interessi fondamentali di sicurezza della Russia e realtà geopolitiche radicalmente nuove. Finché non ci sarà la disponibilità degli Stati Uniti e dei loro alleati in questo senso, qualsiasi discussione non avrà prospettive», ha aggiunto.