Vaccini, stop a scuola infanzia anche se si paga la sanzione

Redazione
17/08/2017

Niente nido o scuola dell'infanzia per chi non vaccina il figlio, anche se ha pagato la sanzione pecuniaria. Lo ribadisce...

Vaccini, stop a scuola infanzia anche se si paga la sanzione

Niente nido o scuola dell'infanzia per chi non vaccina il figlio, anche se ha pagato la sanzione pecuniaria. Lo ribadisce la circolare esplicativa del decreto vaccini pubblicata dal ministero della Salute. «La sanzione estingue l'obbligo della vaccinazione – si legge – ma non permette comunque la frequenza, da parte del minore, dei servizi educativi dell'infanzia, sia pubblici sia privati, non solo per l'anno di accertamento dell'inadempimento, ma anche per quelli successivi, salvo che il genitore non provveda all'adempimento dell'obbligo vaccinale».

Nella circolare si spiega anche che per quest'anno i genitori potranno fare un'autocertificazione sullo status vaccinale per l'iscrizione a scuola dei figli, mentre il termine per la presentazione della documentazione vera e propria è il 10 marzo 2018. «Per l'anno scolastico 2017/2018 sono state previste disposizioni transitorie – si legge – In particolare, la documentazione comprovante l'effettuazione delle vaccinazioni ovvero l'esonero, l'omissione o il differimento delle stesse o la prenotazione di appuntamento per l'effettuazione della vaccinazione presso la ASL territorialmente competente, dovrà essere presentata entro il 10 settembre 2017 per i servizi educativi e le scuole dell'infanzia, ivi incluse quelle private non paritarie, ed entro il 31 ottobre 2017 per le istituzioni del sistema nazionale di istruzione e i centri di formazione professionale regionale».å