«Vado avanti sereno, niente elezioni»

Redazione
29/01/2011

In collegamento telefonico con l’Alleanza di Centro di Francesco Pionati, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi torna dopo appena 24...

«Vado avanti sereno, niente elezioni»

In collegamento telefonico con l’Alleanza di Centro di Francesco Pionati, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi torna dopo appena 24 ore a parlare alla nazione. «Il Terzo Polo è la restaurazione del passato», ha detto Berlusconi. Anzi, «senza i finiani e Casini siamo più uniti e determinati che mai. L’addio di Fini è diventata una risorsa e l’occasione per dare una risposta al paese perchè prima erano al governo per sabotare. Casini, Rutelli e Fini hanno una mentalità che non è in grado di capire che governare è fare. Hanno una concezione della politica che ha condotto alla crisi dello Stato».
Continua Berlusconi: «Oltre al muro dell’opposizione abbiamo trovato un altro muro sulla strada della govenabilità: quello dei politici di professione che si sono messi insieme, ma rappresentano una mentalità che non è in grado di governare, e che ha portato nel passato alla crisi dello Stato».
NO ALLE ELEZIONI A proposito di un possibile prossimo ricorso alle urne, il premier ha aggiunto: «Chi vuole elezioni pensa non ad una nuova legislatura con governo compatto e unito, ma pensa solo ai propri interessi». Il premier ha anche accennato alla situazione del Governo. «Credo che i numeri tengano, andiamo avanti a governare in mezzo alle difficoltà che conosciamo. Io sono assolutamente sereno e determinato e continuo a lavorare tutti i giorni tantissime ore al giorno per il bene degli italiani», ha concluso Berlusconi.
VADO AVANTI SERENO «Nonostante quello che sta accadendo, sono sempre sereno. E state sereni voi sul fatto che io sia assolutamente determinato a continuare a governare con una squadra di governo capace e appassionata», dice il premier. Rivolgendosi alla platea dell’Adc, il premier ha voluto rassicurare sulla tenuta del governo e sul suo personale impegno: «Continuo a lavorare tutti i giorni moltissime ore al giorno nell’interesse del paese e di tutti».
PATTO CON LEGA TIENE Il premier ha sottolineato la tenuta della «alleanza politica e programmatica» tra il Pdl, «la Lega di Bossi» e il nuovo gruppo dei Responsabili. «Credo che i numeri anche in Parlamento tengano. La maggioranza ha dimostrato di saper vincere sette a zero su tutti gli agguati e le sfide che la sinistra ha posto».