E il Vaticano impugna le sacre forbici

Redazione
10/04/2020

Il coronavirus fa sentire i suoi effetti anche Oltretevere. Così il Governatorato della Santa Sede ha messo in atto una serie di misure di contenimento. Si va dal taglio delle consulenze al blocco delle assunzioni fino alla sospensione dei contratti a tempo determinato. Il documento.

E il Vaticano impugna le sacre forbici

I tempi sono durissimi, si sa. E il virus fa sentire i suoi effetti anche in Vaticano. E Oltretevere ne prendono atto e corrono ai ripari con una drastica opera di contenimento. Non sono tempi di spreco anche perché, come sottolinea il documento del Governatorato della Santa Sede, il periodo per tornare alla auspicata normalità sarà tutt’altro che breve.

Dunque, bisogna intervenire drasticamente su tutta la macchina dello Stato. Anche se questo comporta il venir meno della “Suprema volontà” di garantire il mantenimento dell’occupazione e il livello retributivo, cosa di cui il Governatorato ha sin qui avuto come obiettivo.

Ma ora, con l’incalzare della pandemia e delle sue conseguenze sul piano economico, ciò non è più possibile. Quindi, secondo la direttiva emanata dal cardinale presidente, Giuseppe Bertello, si impugnano le forbici.

La lettera del governatorato del Vaticano.

SOSPESI ANCHE I CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO

Si va da un draconiano taglio delle consulenze al blocco delle assunzioni e degli straordinari. In più i dipendenti dovranno smaltire le ferie e rinunciare a tutti i viaggi e le trasferte di lavoro. La crisi si preannuncia tale che il Governatorato ha pensato bene anche di sospendere gli acquisti per arredi e suppellettili e di annullare tutto il calendario eventi in programma per l’anno in corso. Ultimo provvedimento, per la verità poco caritatevole considerando il pulpito da cui proviene, la sospensione, ove possibile, dei contratti a tempo determinato. Unici a non essere cancellati – anche perché non costano nulla – gli auguri ai dipendenti e alle loro famiglie di una Santa Pasqua di Resurrezione.

Quello di cui si occupa la rubrica Corridoi lo dice il nome. Una pillola al giorno: notizie, rumors, indiscrezioni, scontri, retroscena su fatti e personaggi del potere.