Vendite auto, in Europa calo del 9,2%

Redazione
15/10/2010

Immatricolazioni auto ancora in calo in tutto il Vecchio Continente. Per il sesto mese consecutivo, a settembre, il mercato europeo...

Vendite auto, in Europa calo del 9,2%

Immatricolazioni auto ancora in calo in tutto il Vecchio Continente. Per il sesto mese consecutivo, a settembre, il mercato europeo dell’auto chiude in rosso.
Secondo i dati diffusi dall’Acea, le immatricolazioni di auto nuove in Europa (27 paesi Ue più quelli Efta) sono ammontate a 1.261.643 unità, in calo del 9,2% rispetto allo stesso mese del 2009 (1.389.211 unità). In Italia a settembre le nuove immatricolazioni sono state 154.429, in calo del 18,9% rispetto ad un anno fa.
In questo scenario anche Fiat Group Automobiles ha registrato un evidente calo delle vendite. La causa, sottolineano da Torino, «deve essere principalmente attribuita al fatto che nel 2009 la gamma di vetture a basso impatto ambientale aveva beneficiato in maniera forte degli eco-incentivi attuati da numerosi Paesi europei». Come la Spagna.
Nei primi tre trimestri il Lingotto ha venduto sul mercato continentale 822.855 vetture (-14,5%): la quota di mercato scende al 6,9 % (era il 7,9 un anno fa). Male anche il brand Lancia: -35,8%.  
In netta controtendenza, invece, i risultati di Alfa Romeo (+9,4%), che con 11.300 vetture immatricolate fa segnare il miglior risultato da giugno 2009. «Il successo riscontrato dalla Giulietta (quasi 5.300 immatricolazioni in settembre) è la causa principale di questa crescita, ma contribuisce ai risultati del brand anche MiTo (1,3 per cento del segmento B)».