Vendola assicura un vitalizio ai non eletti

Redazione
06/12/2010

«Il vitalizio non può attendere. E così per fronteggiare questa inderogabile emergenza sociale e pagare quindi le liquidazioni agli otto...

Vendola assicura un vitalizio ai non eletti

«Il vitalizio non può attendere. E così per fronteggiare questa inderogabile emergenza sociale e pagare quindi le liquidazioni agli otto consiglieri che non sono stari rieletti in aprile, la Regione Publica decide di attingere ad altre risorse». Inizia così un articolo del Giornale di lunedì 6 dicembre, in cui il quotidiano di Vittorio Feltri incalza la giunta guidata da Nichi Vendola sua una presunta storia di spreco di denaro pubblico.
L’amministrazione pugliese avrebbe dirottato dei fondi dedicati all’acquisto di libri di testo per gli studenti, per foraggiare otto politici che non sono riusciti a varcare le porte del consiglio regionale.
«L’obiettivo della Regione Puglia», ha continuato il Giornale, «è quello di garantire liquidazioni e vitalizi. Insomma per i delusi delle urne, e cioè per i consiglieri regionali che hanno dovuto ingoiare il rospo della mancata rielezione nell’aprile scorso, si profila un Natale consolatorio niente male, visto che la giunta è riuscita a mettere insieme due milioni e seicentomila euro attraverso il fondo di riserva».
La cosa non è passata inosservata neanche a sinistra. A tal punto che il sindaco di Bari Michele Emiliano, presidente regionale del Partito Democratico, è intervenuto su Facebook. E non ha usato mezzi termini. «Voglio sapere se questa cosa è vera, se così fosse ci sarebbe davvero da mandare tutti al diavolo».